Narni, sorpreso dai carabinieri a rubare rame da azienda in liquidazione

Nella serata di ieri, a Narni Scalo (TR), i Carabinieri della locale Stazione sorprendevano in flagranza e denunciavano in stato di libertà per furto aggravato di rame un 45enne pregiudicato del posto.
Infatti una pattuglia di quel Comando, impegnata in un normale servizio di controllo del territorio, nel transitare verso le ore 21.00 a Narni (TR) in via dello Stabilimento, notava un Ape Piaggio che risultava sospetto in quanto parcheggiato proprio a ridosso della recinzione di una fabbrica di fertilizzanti agricoli che, essendo in atto dismessa, era già stata recentemente più volte oggetto di ruberie.

Un controllo più accurato consentiva ai militari di verificare che sul citato veicolo erano già stati caricati sia numerosi cavi in rame di diverse dimensioni, sia con guaina che senza, per un totale di circa 25 kg, nonché oggetti vari da scasso, più precisamente un martello, alcune chiavi da officina ed un seghetto metallico, strumenti idonei alla realizzazione del foro che, proprio dove il mezzo stesso era parcheggiato, era stato praticato nella recinzione esterna della predetta ditta.

A questo punto i militari, accedendo nello stabile in questione dal foro stesso, vi sorprendevano all’interno un uomo che, bloccato dopo un vano tentativo di fuga, risultava essere proprio il proprietario dell’ape.
L’uomo, portato presso il locale Comando Arma per la redazione dei relativi atti di p.g., ammetteva spontaneamente di aver rubato dai cavi elettrici di quella ditta il rame caricato sul suo mezzo che, sequestrato, verrà restituito, visto lo stato di liquidazione dell’azienda, al relativo curatore fallimentare.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*