Morto Dante Ciliani, presidente Ordine dei Giornalisti Umbria

La scomparsa di Dante Ciliani, Presidente Marini: “Immensa tristezza”

Morto Dante Ciliani, presidente Ordine dei Giornalisti Umbria
Morto Dante Ciliani, presidente Ordine dei Giornalisti Umbria (foto da Facebook)

Morto Dante Ciliani, presidente Ordine dei Giornalisti Umbria
Oggi è una giornata triste per tutti i giornalisti della Regione Umbria e non solo. Domenica 13 settembre 2015 è morto Dante Ciliani, presidente dell’Ordine dei Giornalisti dell’Umbria, giornalista della redazione ternana de Il Messaggero e membro del Gruppo Umbro dell’Ussi.

Ciliani è morto dopo una breve ma feroce malattia contro la quale aveva lottato. Alla famiglia e alle persone più care giungano le più sentite condoglianze da parte della nostra redazione e di tutto il Gruppo Editoriale Umbria Journal.

Anche il Direttivo del Gruppo Umbro dell’Ussi, a nome di tutti gli iscritti, esprime profondo cordoglio per la sua scomparsa. Era iscritto all’Ussi Umbria al quale non ha mai fatto mancare impegno, dedizione e professionalità. L’Ussi Umbria è vicina ai familiari di Dante Ciliani, ai quali formula le più sentite condoglianze.

L’ordine dei Giornalisti Umbria scrive: “Stroncato da una breve quanto crudele malattia, nel primo pomeriggio di oggi è morto Dante Ciliani. L’Ordine regionale dei giornalisti dell’Umbria, che egli ha guidato per tre lustri con dedizione quotidiana, spirito innovatore e totale disponibilità nei confronti delle esigenze dei colleghi, ne ricorda la caratura umana prima che quella professionale, che negli anni, insieme alle doti di competenza e preparazione specifica, lo aveva fatto diventare un insostituibile punto di riferimento della categoria”.

Appresa la notizia della scomparsa di Dante Ciliani il parlamentare Pd Walter Verini ha diffuso la seguente dichiarazione:
“La notizia della scomparsa di Dante Ciliani riempie di tristezza tutti coloro che l’hanno conosciuto e stimato. Sono tra questi da almeno trent’anni, molti dei quali di comune professione giornalistica, e voglio ricordare Dante come è sempre stato: un giornalista di razza, profondamente legato al suo lavoro, al suo “Messaggero”, alla sua
regione e alla sua Terni. Un giornalista il cui rigore professionale si è sempre intrecciato con una grande umanità e una forte passione civile, esercitata in migliaia di pezzi e di pagine e anche nell’impegno di direzione e guida dell’Ordine e delle Associazioni che da sempre tutelano la libertà di informazione. Lascia un vuoto grande, e anche per questo non sarà dimenticato”.

La scomparsa di Dante Ciliani, “immensa tristezza” e “cordoglio” della presidente Marini: “Ho appreso con immensa tristezza la notizia della morte di Dante Ciliani, presidente dell’Ordine dei Giornalisti dell’Umbria e giornalista di “Il Messaggero”, responsabile della redazione di Terni. Vorrei innanzitutto esprimere alla sua famiglia il mio più profondo cordoglio per la sua immatura scomparsa e tutta la mia vicinanza alla redazione del ‘Messaggero’. Un cordoglio cui si associa tutta la Giunta regionale dell’Umbria”. È quanto afferma la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini. “Altrettanto cordoglio e vicinanza – aggiunge – vorrei esprimerlo anche nei confronti dell’Ordine dei Giornalisti e di tutto il mondo del giornalismo umbro che perde, con Dante Ciliani, una figura di altissimo profilo professionale e morale e che da sempre ha rappresentato per la categoria dei giornalisti, ma anche per l’intera comunità regionale, un solido punto di riferimento e un convinto difensore dell’autonomia del giornalismo quale presidio di libertà e democrazia. Sono altresì vicina anche alla comunità di Terni ed alla città che so essere molto legata a Dante Ciliani”.“Ho avuto modo di conoscerlo – dice la presidente – ed apprezzarne prima di tutto le straordinarie doti umane. E lo ricordo nel nostro ultimo incontro, solo alcuni mesi fa, quando assieme agli altri rappresentanti dei giornalisti umbri, mi rappresentò con passione e con grande preoccupazione, la difficile situazione dell’editoria nella nostra regione, soprattutto in riferimento al sistema dell’emittenza radiotelevisiva locale. Una preoccupazione legata sia al concreto rischio di perdita di posti di lavoro, sia di impoverimento del sistema della comunicazione in Umbria. Mi piace ricordare così Dante Ciliani – conclude – un giornalista capace di rappresentare il giornalismo migliore”.

Vicepresidente della Camera, Marina Sereni: “Il mondo dell’informazione e l’intera comunità regionale perdono un grande e stimato professionista, esprimo il mio cordoglio ai familiari e a tutti i suoi colleghi umbri per la prematura scomparsa di Dante Ciliani” così la vice presidente della Camera, Marina Sereni, che partecipa al lutto della famiglia e dei giornalisti umbri per la morte del presidente dell’Ordine di giornalisti dell’Umbria.

Consigliere regionale del PD Marco Vinicio Guasticchi: “Cordoglio e vicinanza alla famiglia e ai giornalisti umbri per la scomparsa di Dante Ciliani, un grande professionista e un uomo di straordinaria umanità. Il mio tesserino di giornalista porta la sua firma. Sono onorato di custodirla per sempre fra iricordi più cari”. Così il consigliere regionale del PD Marco Vinicio Guasticchi (vicepresidente dell’Assemblea legislativa) che ricorda il presidente dell’Ordine dei giornalisti dell’Umbria prematuramente scomparso ieri.

Il presidente dell’Associazione Amici di Spoleto onlus, Dario Pompili, il consiglio direttivo dell’associazione e la coordinatrice del Corso propedeutico di giornalismo “Walter Tobagi”, Antonella Manni, si uniscono al cordoglio per la prematura scomparsa dell’amico Dante Ciliani, presidente dell’Ordine dei Giornalisti dell’Umbria che per dieci anni ha collaborato con entusiasmo con la nostra Associazione e partecipato con entusiasmo alle attività del Corso “Walter Tobagi” rivolto ai ragazzi delle scuole superiori della città di Spoleto.

Marta Cicci: Non avrei mai pensato né voluto trovarmi a scrivere in una circostanza dolorosa come questa. Lo faccio sperando di trovare le parole giuste, parole non usurate dalla consuetudine della cerimonie, dalla prevedibilità delle liturgie che non amo. Cerco parole semplici per esprimere sentimenti complessi che penso di condividere con molti colleghi e colleghe, sentimenti che uniscono il dolore alla rabbia, all’impotenza, al senso di irrecuperabilità di fronte alla morte. Non so se incontrerò di nuovo – Dante – i tuoi occhi vivi. Oggi so solo che soffro una perdita ed una presenza che non tornerà, e so che questa situazione mi accompagnerà a lungo. Accompagnerà molti di noi, per i quali hai rappresentato un punto fermo e accogliente, una sorta di approdo sicuro, umano e professionale. Intelligenza, pragmatismo, ironia, competenza, sensibilità e onestà intellettuale fuse in una personalità forte. Doti rare oggigiorno. E siccome le cose brodose non ti sono mai piaciute la chiudo qui. Non so se incontrerò di nuovo – Dante – i tuoi occhi vivi, ma non li dimenticherò.

I giornalisti dell’Ufficio stampa dell’Assemblea legislativa dell’Umbria partecipano con grande dolore al cordoglio per la morte di Dante Ciliani, presidente dell’Ordine dei giornalisti dell’Umbria, carissimo collega e amico. La sua grande umanità, il suo impegno e la sua competenza, costituiscono valori incancellabili per tutti i giornalisti umbri che hanno avuto il privilegio di condividere con Dante Ciliani tanti momenti e vicende, anche difficili, della nostra vita professionale, trovando sempre in lui un punto di riferimento sicuro, una guida seria e affidabile. Nella sua vita giornalista e di dirigente delle nostre associazioni di categoria ha dato sempre testimonianza dei principi più alti della nostra professione.

La presidente Donatella Porzi, anche a nome dell’Assemblea legislativa dell’Umbria esprime “profondo cordoglio e affettuosa vicinanza alla famiglia e ai giornalisti umbri per la prematura scomparsa di Dante Ciliani, presidente dell’Ordine dei giornalisti dell’Umbria. La nostra Istituzione rende omaggio ad un professionista dell’informazione attento e appassionato, che in questi anni ha espresso il suo generoso e autorevole impegno anche nelle associazioni di categoria dei giornalisti, per tutelare e qualificare sempre più una professione che costituisce una funzione essenziale nella vita democratica della nostra comunità civile ”.

Il capogruppo regionale del Movimento 5 Stelle, Andrea Liberati, così ricorda Dante Ciliani, presidente dell’Ordine dei giornalisti dell’Umbria, prematuramente scomparso ieri: “’Ecco don Quijote!’: incrociato per le vie della città, con un sorriso sincero mi salutava. Conobbi personalmente Dante Ciliani poco più di un lustro fa. Era l’ultimo giorno dell’anno, una mattina gelida, dal colore metallico: mi aveva invitato in redazione a Terni per analizzare a quattr’occhi un pezzo di cronaca che a me interessava particolarmente. E in quell’occasione – ricorda Liberati – finimmo subito per parlare di tutto; io gli espressi la mia motivazione nel voler cambiare le cose. Lui, nell’età della maturità, attraversando la stagione del disincanto, credeva possibili soltanto lievi avanzamenti, senza sconvolgimenti di un sistema ormai ossificato. L’Italia di cinque anni era già in piena regressione, un Paese dal fiato sempre più corto: Dante continuava nondimeno a raccoglierne mille sfumature in un autorevole tratto di penna, non di rado ironico. Ci rivedemmo a Perugia appena qualche mese dopo, nella mitezza della primavera: mi esaminò per il ‘patentino’‎ da pubblicista, indulgendo sulle mie sbavature. Proseguivo frattanto a mostrarmi ingenuo sognatore: e lui non mancava di farmelo fraternamente rilevare. E se nel tempo acquisivo punti di concretezza, per lui sono restato il ‘don Quijote’ di sempre. Oggi ripenso al fatto che Dante, di me, aveva capito ben più di quanto sapessi io stesso: infatti, con quell’appropriato appellativo, Dante ispirò un’autentica via all’esistenza, caricando di esotiche suggestioni una propensione al servizio. E allora grazie Dante – conclude Liberati -, umano fratello di questo mondo. Alla sera della vita ricorderò certi palpiti: uno di quelli cruciali, all’alba dei miei 30 anni, ebbe proprio il tuo nome. Sentite condoglianze alla famiglia”.

Il presidente della Provincia di Perugia Nando Mismetti. “Con la prematura scomparsa di Dante Ciliani si spegne la voce di un autorevole e sensibile interprete della vita politica, sociale e istituzionale dell’Umbria”. Il presidente della Provincia di Perugia Nando Mismetti esprime il cordoglio dell’amministrazione e dei dipendenti dell’ente alla famiglia e ai colleghi di un giornalista della cui categoria era riconosciuto vertice. “Negli anni – prosegue Mismetti – Dante Ciliani ha attivamente collaborato con la Provincia nella sua qualità di presidente dell’Ordine regionale dei giornalisti in collaborazione con l’Asu per promuovere e valorizzare le attività di informazione volte a favorire il contatto tra i cittadini e istituzioni. Ciliani ha rappresentato, per chi ha avuto il piacere e l’onore di conoscerlo, la figura di professionista rigoroso, sensibile, attento ai mutamenti della società di cui è stato tra i più significativi interpreti”.

Le segreterie della Cgil di Perugia e Terni e la segreteria regionale della Cgil dell’Umbria esprimono cordoglio per la scomparsa di Dante Ciliani, cronista de Il Messaggero e presidente dell’Ordine dei giornalisti dell’Umbria. Ciliani è stato un giornalista serio, preparato e di grande onestà intellettuale, con il quale abbiamo tante volte collaborato per raccontare, attraverso la sua penna, le storie e le problematiche del mondo del lavoro e del nostro territorio. Alla famiglia, alle colleghe e ai colleghi, amiche e amici tutti vanno le nostre più sentite condoglianze.

Il presidente Leopoldo di Girolamo, il vice presidente Giampiero Lattanzi, il Consiglio provinciale e l’intera amministrazione si associano al cordoglio e al dolore per la scomparsa prematura di Dante Ciliani, presidente dell’Ordine dei gionalisti dell’Umbria e responsabile della redazione di Terni de Il Messaggero. “Una morte precoce che ha sorpreso tutti – dicono di Girolamo e Lattanzi – e che ci priva di un uomo giusto, corretto e disponibile e di un grande professionista. Un giornalista che ha saputo sempre rispettare tutti e nello stesso tempo essere un esempio di indipendenza e di qualità etica e deontologica. Ciliani è stato un giornalista che ha segnato un’epoca a Terni, ha saputo guidare i giovani e rapportarsi sempre con correttezza con il mondo politico e istituzionale, risultando sempre uno stimolo per tutti. Le sue qualità umane erano sempre al primo posto, la sua disponibilità verso gli altri e la sua simpatia erano apprezzate da tutti senza distinzione”.

Sul profilo facebook del presidente, i primi messaggi di cordoglio:
Arnaldo: “Tutti noi giornalisti umbri siamo sconvolti per la morte del nostro presidente Dante Ciliani, così come lo siamo stati per la malattia che se lo è portato in via in così poco tempo. Sono stato tentato di postare la puntata di “Adesso in onda” di cui è stato protagonista, ma non me la sento, così come non me la sento di lasciarmi andare a ricordi personali. Che partono 15 anni fa ma si sono intensificati soprattutto negli ultimi mesi. Lo conoscevo troppo per non essere traumatizzato e troppo poco per considerarmi un amico in diritto di parlare di lui. Odio la retorica e tutto mi sembra fuori luogo, in questo momento. Anche il silenzio”.

Gianluca: “Il cielo sta piangendo insieme a tutti coloro che ti hanno voluto bene e a cui hai saputo donare un po’ di te , della tua conoscenza , della tua amicizia e di tutto quello che eri è che sarai per sempre nella nostra vita , semplicemente Dante Ciliani . Non potrò più assaggiare il tuo vino che da sempre mi hai promesso ma sono sicuro che sarebbe stato un successo garantito! Ciao Dante ti voglio bene”.

Giulio: Un pensiero semplice, senza retorica, in ricordo di una persona che, se non posso definire “amico”, parola abusata verso la quale tendo invece ad usare sempre una certa prudenza almeno per rispetto, era certamente tra le mie conoscenze più gradite.
Dotato di acume piuttosto raro e ottimo giornalista, esprimeva un equilibrio ed una obiettività esemplari.
Spesso sorridente, ottima compagnia.
Carissimo Dante Ciliani…
Che dire?!… Un po’ troppo presto, quasi fosse un tuo ultimo “pezzo” a ricordarci che la vita è breve e che se convogliassimo le energie a viverla bene, il mondo funzionerebbe meglio… tanto ci aspetta “la livella”.

E molti altri…

Morto Dante Ciliani

1 Commento su Morto Dante Ciliani, presidente Ordine dei Giornalisti Umbria

  1. Ero uno dei proti del Messaggero fino al 2002, poi sono andato in pensione e non l’ho piú sentito, ricordo quando con il suo collega Alfonso Marchese mi chiamava in tipografia per avere spiegazioni sullle nuove tecnologie era gentilissimo e bravo, sono profondamente addolorato per l’immatura scomparsa, sentitissime condoglianze alla famiglia

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*