Morte sub, Fabio, Enrico e Gian Luca, gli “amici del mare”

Isole Formiche, sub morti, accordo per patteggiare 3 anni

GROSSETO – Erano amici da anni, Fabio, Enrico e Gian Luca, il mare era una passione, ce l’avevano nel cuore. Trevani era solito andare anche mari lontani ad immergersi. Ci sono dei fondali marini che sono dei veri e propri paradisi per gli amanti dell’immersione e Gian Luca non faceva eccezione. Frequenti i contatti del “terzo tipo” con animali marini, anche feroci, che aveva immortalato negli abissi per poi “raccontarle” nella rete. Non era raro, quindi, vederli insieme in località balneari dove ci si poteva immergere. Tutti e tre esperti, tutti e tre competenti e prudenti ma, si sa, davanti all’imprevisto anche la mente più fredda, lucida e attenta, può perdere il controllo di sé e salvare Fabio, per Enrico e Gian Luca è stato più importante della prudenza, della procedura da osservare. Il loro amico era in grave difficoltà e non hanno esitato. Il gruppo Degli sfortunatissimi sub sembra avesse fissato appuntamento utilizzando in canali telematici e poi via, in mare con la “Diving Center”, barca di Talamone e poi, purtroppo, la morte.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*