Morta Natalie Cole, amica di Umbria Jazz

La notizia è stata data anche a Umbria Jazz Winter, durante il concerto della terza serata al Teatro Mancinelli a Orvieto

Morta Natalie Cole, amica di Umbria Jazz

E’ morta un’amica di Umbria Jazz: Natalie Cole, figlia del grande Nat King Cole. Era stata due volte in Umbria, l’ultima volta si era esibita all’Arena Santa Giuliana nel 2014.

E’ morta il 31 dicembre 2015 a 65 anni in un ospedale di Los Angeles per problemi di cuore.
Aveva dedicato la sua vita e la sua carriera a tenere attuale la legacy paterna. Aveva combattuto con le conseguenze del suo passato abuso di stupefacenti. La notizia è stata data anche a Umbria Jazz Winter, durante il concerto della terza serata al Teatro Mancinelli a Orvieto.

Stephanie Natalie Maria Cole (Los Angeles, 6 febbraio 1950 – Los Angeles, 31 dicembre 2015) è stata una cantante statunitense, figlia del cantante Nat King Cole.

Tra i suoi maggiori successi si possono annoverare: This Will Be, Sophisticated Lady (She’s a Different Lady), Pink Cadillac (nel 1987 arriva in seconda posizione in Svizzera, quarta in Nuova Zelanda e Canada, quinta in Germania Ovest e nella UK Singles Chart e sesta in Australia) e Unforgettable, eseguita in duetto virtuale con il padre.

Debutta nel 1975 con l’album Inseparable, il cui primo singolo estratto This Will Be arriva alla vetta della R&B Chart e vince il grammy award come “Miglior performance femminile R&B”, interrompendo la sequenza di Aretha Franklin, che vinceva quel premio ininterrottamente dal 1968. Nello stesso anno vince anche il grammy come “Migliore nuova artista”. Tuttavia la sua carriera ha una frenata d’arresto all’inizio degli anni ottanta, per via di alcuni seri problemi legati all’abuso di sostanze stupefacenti.

Ripresasi dai propri problemi, Natalie Cole torna nel 1985 ed il suo album Everlasting arriva in nona posizione in Nuova Zelanda, vende due milioni di copie e riceve numerosi riconoscimenti. La carriera di Natalie Cole prosegue con diversi album e singoli in classifica, ma è soprattutto nel 1991, grazie a Unforgettable, un duetto virtuale con il padre Nat, che la Cole ottiene la notorietà internazionale. Unforgettable, tratta dall’album Unforgettable… with Love infatti vince numerosi Grammy fra cui “Album dell’anno”, “Disco dell’anno”, “Miglior performance tradizionale pop”.

Negli anni successivi, Natalie Cole ha pubblicato numerosi album, apparendo occasionalmente nelle classifiche pop (come nel 1997 con il singolo A Smile Like Yours). I suoi album hanno continuato ad avere ottimi risultati di vendite, e la Cole è considerata una delle principali artiste rappresentanti il genere smooth jazz, trasmessa spesso nelle stazioni radio jazz. Il 9 settembre 2008 è stato pubblicato l’album Still Unforgettable, il cui primo singolo Walkin’ My Baby Back Home è nuovamente un duetto virtuale con Nat King Cole.

Morta Natalie Cole

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*