Monumento ai caduti chiuso per il centenario grande guerra? Eleonora scavalca

Nel centenario del 24 maggio 1915, a Terni non è possibile rendere omaggio ai caduti della prima guerra mondiale perché il monumento a loro dedicato è rimasto chiuso.

Contro l’oblio della memoria Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale scavalca il CANCELLO dell’indifferenza delle istituzioni locali.

L’Italia è quello strano paese che festeggia le sconfitte fingendo di aver vinto e che si vergogna delle proprie vittorie come se avesse perso.

Oggi come ieri orgogliosi di essere italiani. W L’ITALIA W IL 24 MAGGIO!!!

La prima guerra mondiale fu il conflitto armato che coinvolse le principali potenze mondiali e molte di quelle minori tra l’estate del 1914 e la fine del 1918. Chiamata inizialmente dai contemporanei “guerra europea”, con il coinvolgimento successivo delle colonie dell’Impero britannico e di altri paesi extraeuropei tra cui gli Stati Uniti d’America e l’Impero giapponese, prese il nome di “guerra mondiale” o anche “Grande Guerra”: fu infatti il più grande conflitto armato mai combattuto fino alla seconda guerra mondiale. [da Wikipedia]

4 Commenti su Monumento ai caduti chiuso per il centenario grande guerra? Eleonora scavalca

  1. mi sembra che nel comunicato si asserisca chiaramente “W il 24 maggio”.
    Non vedo cosa vi sia da gioire al ricordo dell’entrata in guerra dell’italia.
    Si può commemorare una data senza necessariamente inneggiare alla guerra, quantomeno nel rispetto di chi si è trovato, suo malgrado, a doverla vivere.
    Qui non si tratta, a mio avviso, di commemorare l’inizio della guerra, qui si tratta di inneggiare all’inizio della guerra. C’è una notevole differenza.

    • Le ribadisco che concordo con Lei, ma credo che la memoria – oltre a non dover essere perduta, proprio per il grande sacrificio che la Guerra impose – deve anche essere condivisa. Le allego un link che forse può aiutarla a comprendere le ragioni – lo ripeto – difficili di una iniziativa del genere, ma che ha in sé qualche valore aggiunto.
      http://www.centenario1914-1918.it/it

      Cordialmente,
      il direttore

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*