MEREDITH, POLIZIA RITIRA PASSAPORTO A SOLLECITO

Raffaele Sollecito

sollecitoUDINE – Raffaele Sollecito ha lasciato gli uffici della Questura di Udine dove nelle prime ore della mattinata la squadra mobile di Firenze, in collaborazione con quella di Udine, ha notificato la misura cautelare del divieto di espatrio, ritirando il passaporto a Raffaele Sollecito. Lo stesso, si legge in una nota, aveva raggiunto un paese tra Udine e Tarvisio già nel primo pomeriggio di ieri, 30 gennaio, dopo aver lasciato il capoluogo toscano, poco dopo che i giudici si erano ritirati in camera di consiglio. Raffaele Sollecito ora si trova negli uffici della Questura del capoluogo friulano per la notifica del provvedimento del divieto di espatrio emesso nei suoi confronti.

Raffaele Sollecito era in viaggio con la fidanzata, una ragazza di 31 anni di Oderzo (Treviso). Viaggiavano a bordo di una Mini Cooper intestata alla ditta del padre della ragazza. L’auto è stata notata in transito in direzione Nord attorno alle 15 al rilevamento autostradale di Palmanova (Udine).

I due, secondo la ricostruzione della Polizia, sono arrivati intorno all’una di notte in albergo a Venzone (Udine), località situata a circa 60 chilometri dal confine austriaco e 40 chilometri dal confine sloveno.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*