Mercato di Pian di Massiano, sabato chiusura anticipata

Chiuderà prima a causa del derby di calcio tra Perugia e Ternana

Mercato Pian di Massiano
Mercato Pian di Massiano

di Luana Pioppi
Sabato 5 marzo il mercato di Pian di Massiano chiuderà prima a causa del derby di calcio tra Perugia e Ternana, che comincerà alle ore 15 allo stadio “Renato Curi”. L’impegno di sgombrare entro le ore 12,30/13 è stato richiesto anche questa mattina in Comune dove l’assessore al commercio, Cristiana Casaioli, ha incontrato insieme al suo personale tutti i soggetti coinvolti nell’evento di sabato. Gli ambulanti dovranno chiudere le proprie attività a mezzogiorno e liberare il parcheggio di piazzale Umbria Jazz il prima possibile.

«Chiediamo un particolare rispetto degli orari – sottolinea l’assessore Cristiana Casaioli – proprio perché questa è una partita particolare. Gli operatori dovranno sgombrare in maniera veloce. Gli abbiamo chiesto di chiudere prima perché la partita di sabato richiede un livello di sicurezza alto. Confido nella solita collaborazione che gli operatori del mercato – conclude Casaioli – ci hanno sempre dato».

L’assessore comunale raccomanda la massima puntualità anche perché alcune strade saranno chiuse al traffico o monitorate in un unico senso di marcia. Sia gli operatori sia i clienti potrebbero rischiare di trovarsi bloccati all’interno del parcheggio adiacente lo stadio Renato Curi.

Se da una parte l’allerta partita resta alta dall’altra gli ambulanti sono sempre più scontenti. Le chiusure anticipate a causa del campionato di serie B influiscono sulle vendite e sugli incassi. Sono due anni che sussiste questa situazione ed ad ogni inizio di stagione le parti in causa – Comune, Questura, Prefettura e Fiva (l’associazione della operatori su area pubblica aderente a Confcommercio, ndr) – si ritrovano intorno ad un tavolo per parlarne. Nel corso del tempo sono state pensate e provate anche soluzioni diverse, come lo spostamento di location del mercato, senza alcun successo. Una situazione che, se il Perugia calcio resta in serie B, rischia di proseguire anche nei prossimi anni compromettendo sempre di più gli incassi degli ambulanti.

Mercato

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*