Lite tra vicini di casa, minacce e ingiurie, denunciate tre persone

Minaccia il suicidio e scappa via, la Polizia lo rintraccia e lo salva
Minaccia il suicidio e scappa via, la Polizia lo rintraccia e lo salva

Gli agenti della Squadra Volante – Ufficio Prevenzione Generale del Commissariato, hanno denunciato in stato di libertà alla competente A.G., tre cittadini, due italiani ed un marocchino, tutti residenti in Citerna.

Le denunce prendono le mosse dall’attività effettuata da un equipaggio della Volante, chiamato ad intervenire, a seguito di telefonata giunta sul 113, per una lite di vicinato.

Sul posto due famiglie occupanti appartamenti contigui, si scambiano vicendevolmente accuse su presunte situazioni di disturbo ed insofferenza per l’invadenza di animali domestici.

I toni della discussione si accentuano ulteriormente, sino a quando, secondo quanto dichiarato da una coppia delle due coppie, P.G. di anni 53 nato a Città di Castello ingiuriando la stessa con frasi a sfondo razzista, li minaccia con una pistola.

Di converso, P.G. e sua moglie vengono presi di mira con il lancio di un grosso vaso dalla finestra, che manca il bersaglio per pochi centimetri. L’intervento della Volante scongiura il peggio e riporta la calma e la serenità tra i vicini.

Gli agenti accertano l’inesistenza della pistola, danni al furgone di proprietà di P.G. causati dal vaso lanciato. Nel corso degli ulteriori accertamenti, P.G. regolarmente detentore di alcuni armi per uso caccia, viene denunciato per l’illegale detenzione di una canna per fucile semiautomatico, 78 cartucce a palla mai denunciate, per minaccia, violazione di domicilio, ingiurie aggravate.

L’altra coppia composta da S.A. di anni 47 originario del Marocco e D.M.G. di anni 51 di origini laziali, viene denunciata per i reati di minaccia, ingiurie, diffamazione, lesioni personali e danneggiamento.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*