Lascia cane per 5 ore in auto, è maltrattamento?

DOVRÀ DECIDERE IL MAGISTRATO. IL GIOVANE E' STATO COMUNQUE SEGNALATO ALLE AUTORITA'

lascia cane

Lascia cane per 5 ore in auto, è maltrattamento?

Curioso intervento ieri pomeriggio delle Volanti nella zona di Monteluce ove era stata segnalata la necessità di soccorrere un cane, chiuso da alcune ore all’interno di un veicolo.

La Sala Operativa della Questura alla prima telefonata non si è allarmata eccessivamente avendo avuto informazioni precise sullo stato dell’animale: il veicolo era parcheggiato in luogo ombroso, con i quattro vetri leggermente per consentire il ricircolo dell’ aria e l’animale appariva reattivo.

Nel giro di un’ora si sono susseguite altre due telefonate e per risolvere la questione i poliziotti hanno dapprima tentato di rintracciare il titolare del veicolo, uno studente universitario ternano, ma infruttuosamente.

Poiché erano insistenti le richieste di soccorso di chi era preoccupato per l’ incolumità dell’animale, visto il lungo tempo di permanenza nel veicolo, sul posto arrivavano i poliziotti che verificavano lo stato dei luoghi, corrispondente a quanto già noto.

In virtù del fatto che all’ interno dell’ abitacolo non vi erano nè cibo nè acqua per l’ alimentazione dell’ animale, sul posto si richiedeva l’ intervento di personale dei locali VV.FF. per l’ apertura del veicolo e del Dipartimento Prevenzione dell’ Asl per l’ affido e le cure del cane non appena liberato.

Dopo alcuni minuti, giungeva sul posto personale dei VV.FF.; proprio quando si stava per forzare le serrature del veicolo lo studente, un 25enne, giungeva sul posto.

Subito permetteva l’ uscita del cane dalla macchina e lo dissetava; il veterinario verificava che l’animale era in buona salute, regolarmente munito di cip e registrato presso l’Asl di Terni competente per territorio; l’animale appariva vigile e affettuoso nei confronti del proprietario.

Questi raccontava la sua versione dei fatti.

Confermava il lungo tempo di permanenza in loco, aggiungendo che dovendo effettuare alcune commissioni a Perugia, tra cui Uffici Pubblici, Università, Ufficio postale, negozi e librerie, era stato costretto a lasciare il suo cane in auto, dopo avere adottato tutte le precauzione del caso.

Lo lasciava in auto dopo averlo nutrito e dissetato; posteggiava l’ auto in luogo ombroso lasciando finestrini aperti per fare circolare l’ aria all’ interno dell’ abitacolo; tra una commissione e l’ altra, effettuava visite al cane, permettendogli di uscire dal veicolo e bere.

Per i fatti sopra esposti il giovane veniva comunque segnalato alla A.G. per il reato di maltrattamento di animali (Art. 544 ter C.P.), spiegandogli che sarà il sostituto Procuratore della Repubblica a fornire una valutazione giuridica della vicenda che potrebbe anche portare a non rilevare elementi di reità nel suo comportamento.

Lascia cane

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*