Lancia dal quinto piano il gatto del vicino e lo uccide, “solo” denunciato

Lancia dalla finestra del quinto piano il gatto domestico del vicino di casa perché, a suo dire, stava passeggiando nella sua camera da letto, e non sarebbe stata la prima volta che il felino “sconfinava” sul suo terrazzo.

Qualcuno assiste direttamente alla scena, ed il proprietario si affaccia immediatamente nell’udire il miagolio disperato della bestiola, alla quale egli è particolarmente affezionato.

Chiama il gatto a gran voce e a quel punto il vicino compare sul proprio terrazzo dicendo che se stava cercando il suo gatto, lo avrebbe trovato di sotto, dove lo aveva buttato lui, perché non tollerava le passeggiate che a volte, come quella sera, il gatto faceva nella sua abitazione.

Alle rimostranze del proprietario e dei suoi amici, che quella sera erano stati da egli invitati per assistere alla finale di Coppia Italia che si disputava tra la Juventus e la Lazio, l’uomo aveva minacciato di fare altrettanto anche con loro.

Non c’è stato nulla da fare per il gatto, deceduto sul colpo per la rottura dell’aorta, e per la conseguente massiva emorragia polmonare causate dall’urto del corpo sull’asfalto.

L’uomo è stato denunciato dalla Polizia per i reati di minacce aggravate ed uccisione di animali, reato questo che prevede la reclusione da due a quattro anni per chiunque, per crudeltà o senza necessità, cagiona la morte di un animale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*