Ladro seriale evaso arrestato per la decima volta dalla Polizia di Perugia

PERUGIA – Nella scorsa notte, verso le 22, è in atto un vero e proprio servizio straordinario di controllo del territorio “multiplo”, composto da personale investigativo della Squadra Mobile Sezione “Antidroga” e dalle pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine “Umbria e Marche”, diretti rispettivamente dal Dott. Chiacchiera e dal Dott. Santoro.
Il servizio è preordinato alla prevenzione ed alla eventuale repressione dei fenomeni di piccola criminalità come, in particolare, lo spaccio di droga “su piazza” ma anche i reati contro il patrimonio (furti, rapine etc.). Mentre una delle autopattuglie menzionate percorre la Via Gallenga, si imbatte in una coppia di giovani dall’atteggiamento sospetto. Il ragazzo, in particolare, stranoto alle forze dell’ordine perugine, viene immediatamente riconosciuto dagli agenti operanti i quali, pertanto, decidono di accertarsi che si tratti proprio di un giovane polacco, pluripregiudicato, da poco arrestato. I loro sospetti trovano immediatamente riscontro: il polacco, insieme alla fidanzata, si dà precipitosamente alla fuga, cercando disperatamente di nascondersi negli anfratti del parco adiacente, ma senza successo.

I poliziotti, con grande prontezza, bloccano entrambi, li perquisiscono e li accompagnano in Questura per ulteriori accertamenti: presso questi Uffici, lo spirito di osservazione degli operatori trova ulteriore riscontro nella circostanza per la quale il giovane, con numerosissimi precedenti penali e di polizia per reati vari, è gravato da una misura cautelare coercitiva, quella degli arresti domiciliari, concessa lo scorso 22 agosto a seguito del suo arresto in flagranza di reato per “furto aggravato”, ad opera delle “Volanti” di questa Questura. Il polacco, LAUDY Miroslaw, ventisettenne pluripregiudicato, è stato arrestato in flagranza di reato per “evasione” e, in attesa del rito direttissimo fissato per la data odierna, immediatamente risottoposto alla misura cautelare domiciliare già a suo carico.

Infiniti i precedenti di polizia: “specializzato” nel furto, è stato arrestato per tale delitto, soltanto se si considera l’attività della Polizia di Perugia, lo scorso 20 agosto ma anche qualche giorno prima, il 5 agosto, e poi ancora il 4 giugno, a novembre e prima ancora a settembre del 2012, in quattro occasioni diverse nel 2010; non mancano sul suo curriculum, tuttavia, precedenti per inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità, per rapina e per resistenza a Pubblico Ufficiale.  Nell’agosto scorso, introdottosi furtivamente in assenza momentanea della titolare all’interno di un negozio di acconciature a Ponte San Giovanni, sorpreso dalla titolare, aveva giustificato il suo ingresso chiedendole il prezzo di un taglio di capelli; una volta allontanatosi, però, la donna si era accorta che erano state sottratte due consolle della “PSP”, immediatamente recuperate nelle tasche dei bermuda del polacco, subito braccato dalla Polizia.
Non si contano le segnalazioni a p.l., su cui la Polizia sta cercando di approfondire con specifiche indagini, nelle quali riferiscono di un giovane carino, biondo e con gli occhi chiari, che si rivolge loro sempre con una scusa ad hoc studiata: il prezzo di un prodotto in vendita, o una generica richiesta di indicazioni stradali o di informazioni sull’assunzione di personale!
Insomma, un vero e proprio professionista del “624”, assiduo frequentatore degli Uffici di Polizia ma soprattutto, grazie alla pazienza ed alla costanza dell’impegno dei poliziotti, del carcere di Capanne, dove evidentemente c’e’ sempre un posto riservato a lui!

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*