Ladro di smartphone polizia denuncia polacco e la sua fidanzata

Il gestore di un bar dell’acropoli ha subìto il furto del proprio smartphone all’interno del proprio esercizio commerciale

Rapina cellulare in discoteca a Perugia, smascherato dalle foto su Facebook

Ladro di smartphone polizia denuncia polacco e la sua fidanzata

Il gestore di un bar dell’acropoli ha subìto il furto del proprio smartphone all’interno del proprio esercizio commerciale. L’uomo ha raccontato alla Polizia che due giovani, di cui un uomo di probabile origine est-europea ed una ragazza, erano entrati al bar ed avevano ordinato un caffè. Avevano subito attaccato bottone con l’esercente; poi, a un certo punto, la ragazza ha chiesto di poter andare in bagno. L’uomo le ha indicato la toilette senza sospettare alcunché, dopodiché, all’uscita dal bagno, i due se ne sono andati. Subito dopo, però, il barista si è accorto che il proprio smartphone, che egli ha l’abitudine di tenere appoggiato sul bancone, era sparito e così ha capito che era stata la giovane coppia a portarglielo via, magari proprio nel momento in cui egli aveva indicato la toilette alla ragazza.

TESTIMONIANZA DEL GESTORE DEL BAR

A quel punto, l’uomo è corso dalla Polizia a raccontare l’accaduto e ha fornito una descrizione accurata dei due ladruncoli. Il giovane è stato immediatamente individuato dagli uomini della Squadra Volante; si tratta di un 28enne polacco pluripregiudicato per reati contro il patrimonio e specializzato proprio nei furti di smartphone ai danni di commessi o avventori di esercizi commerciali perugini. Ma la Squadra Volante non si è fermata a questo risultato ed ha cominciato ad indagare sul giro di frequentazioni del polacco. Così, in poche ore, l’attenzione degli agenti si è concentrata su una 19enne perugina, attuale fidanzata del giovanotto, il cui aspetto combacia perfettamente con la descrizione della ladra fornita dal derubato. Nei confronti di entrambi, è quindi scattata una denuncia della Polizia per il reato di furto aggravato.

smartphone

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*