Primi d'Italia

La disavventura di Waldemar Potoczny per un’auto parcheggiata male

Mi sono arrabbiato ed è scoppiata la lite

La disavventura di Waldemar Potoczny per un'auto parcheggiata

La disavventura di Waldemar Potoczny per un’auto parcheggiata male
da Waldemar Potoczny 
PERUGIA – Domenica, il 2 aprile 2017 attorno alle ore 19:30 – 19:45 al mio ritorno a casa mia che si trova in Corso Garibaldi n.c. 172 a Perugia ho trovato la macchina parcheggiata che bloccava il portone d’ingresso e lo vede nelle foto allegate. Inizialmente ho deciso di cercare il proprietario della vettura ma dopo aver fatto un breve giro non nei dintorni non ho trovato nessuno.

I ragazzi che abitano accanto a me mi hanno consigliato di chiamare la municipale e cosi ho fatto.

All’arrivo della pattuglia i vigili ( una donna e un uomo ) mi hanno comunicato, che non possono fare niente. Cioè non possono far in modo che la macchina sia rimossa. Quando ho chiesto, se possono fare la multa si sono rifiutati spiegando che prima di farla devono sapere di chi è la macchina. Subito si sono opposti i ragazzi che hanno visto tutto dal momento in cui è arrivata la pattuglia.

Io ho chiamato il proprietario della casa chiedendo a lui, che cosa fare.

Ha voluto parlare con dei vigili ma loro si sono rifiutati di fare qualsiasi cosa ripetendo più volte, che prima di fare la multa devo sapere chi è il proprietario della casa. La situazione mi sembrava almeno assurda perché, come vede nelle foto, non bastava che la macchina bloccasse il portone d’ingesso, ma era parcheggiata appena sotto vieto di sosta in zona ZTL aperta solo ai residenti, che comunque non possono parcheggiare, ma solo sostare per un periodo molto limitato.

Mi sono arrabbiato ed è scoppiata la lite tra me, vigili e dei ragazzi che hanno preso la mia parte. Quando ho iniziato di fotografare la macchina parcheggiata sotto casa mia e anche quella dei vigili, dicendo che un giorno dopo facevo la denuncia la vigilessa è diventata aggressiva e ha chiesto i miei documenti, scrivendo i miei dati su un blocchetto.

Dopo, sapendo che sarebbe arrivato il proprietario della casa, hanno iniziato a fare le multe. A tutti, residenti e non, che avevano le macchine parcheggiate in Via Corso Garibaldi. Pur non sapendo, che le macchine di residenti sono in sosta temporanea o no …

Per la macchina che bloccava la porta di casa mia la multa rilasciata dai vigili era di euro 28.70 mentre alcuni residenti hanno ricevuto le multe di 41 euro! Dico io, per la macchina di non residente, in divieto di sosta e che bloccava il portone di un’abitazione privata hanno fatto la multa da privilegiati. Dopo sono andati via ripassando due volte senza fermarsi.

Quanto è accaduto è stato visto da quattro persone che hanno sentito il proprietario della casa con cui ero al telefono per tutto il tempo. Appena dopo ho cercato di capire chi  era il personale arrivato sul posto con la pattuglia. Ho richiamato il centralino telefonico della municipale e l’operatrice urlandomi in faccia ha buttato giù il telefono.

Il giorno dopo ho deciso di denunciare l’accaduto, ma prima sono andato a parlare con dei Vigili Urbani in Centro Storico a Perugia. Ufficiale che mi ha ricevuto mi ha riso in faccia trattandomi come un idiota che fa perdere il tempo per  diventare alla fine arrogante.

Alla fine ho fatto un esposto e ho deciso di fare la denuncia alla Procura della Repubblica.

Print Friendly, PDF & Email

2 Commenti su La disavventura di Waldemar Potoczny per un’auto parcheggiata male

  1. Il passo carraio non è censito (manca chiaramente il cartello) e quindi i vigili non possono fare nulla. Prima di pretendere il rispetto delle regole dagli altri bisognerebbe imparare a rispettarle noi stessi.

  2. Il problema dell’assedio delle auto al centro storico della mia città, Perugia, è strettamente legato al diritto dei residenti di accedervi con l’auto propria. A me, che vengo dalla periferia, non interessa se il Suv o la berlina di lusso è di un residente o meno, mi interssa solo il fatto che deturpa gli angoli, gli scorci e le belle piazze del centro storico.
    Quando i residenti rinunceranno al posto auto sotto casa e lasceranno respirare i vicoli e le belle pietre con cui sono state recentemente ricoperti e la belezza tutta del centro storico, allora avranno la mia solidarietà se l’ennesimo coglione gli parcheggia davanti alla porta.
    Sui vigli poi non c’è niente da dire, ho più volte segnalato che il traffico non sembra essere di loro competenza!

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*