Incidente stradale, Muore Giuseppe Codovini imprenditore di Umbertide 

All'arrivo dei soccorsi è stato possibile soltanto constatarne la morte

Incidente stradale, Muore Giuseppe Codovini imprenditore di Umbertide 

Incidente stradale, Muore Giuseppe Codovini imprenditore di Umbertide

SANSEPOLCRO – Giuseppe Codovini, 61 anni, imprenditore di Umbertide e direttore generale della Tiberina holding, azienda leader nel settore dell’automotive, è morto ieri notte in un incidente stradale. E’ accaduto intorno alle 2, lungo la E45 all’altezza dello svincolo di Sansepolcro. Da quanto appreso l’auto di Codovini è uscita di strada finendo in una scarpata adiacente la superstrada. Per l’imprenditore, purtroppo, non c’è stato nulla da fare. All’arrivo dei soccorsi è stato possibile soltanto constatarne la morte. Sul posto i vigili del fuoco.

Il presidente di Confindustria Umbria Ernesto Cesaretti esprime, anche a nome degli imprenditori umbri, profondo dispiacere per la tragica e improvvisa morte del collega Giuseppe Codovini. “Un imprenditore stimanto – ricorda Cesaretti – e dalle non comuni capacità  manageriali. Con lungimiranza e tenacia ha saputo realizzare con Tiberina Group un gruppo all’avanguardia nel settore automotive diventando un punto di riferimento a livello internazionale per qualità, efficienza e innovazione.

Ed è proprio la continua innovazione ad aver caratterizzato l’attività di Codovini facendogli conseguire quei risultati aziendali che hanno reso il Gruppo leader a livello mondiale. La sua morte  – conclude Cesaretti – ci lascia sgomenti nella consapevolezza che la sua scomparsa rappresenta una grave perdita per tutta la comunità regionale e per tutto il sistema imprenditoriale umbro e nazionale. Gli imprenditori di Confindustria Umbria si stringono alla sua famiglia e a tutti i suoi collaboratori”.

«Una notizia che mi ha sconcertato e profondamente addolorato. E’ stato un uomo che ha fatto crescere la Metalmeccanica Tiberina, portandola ai massimi livelli e con essa ha fatto crescere la città»: è il sindaco Marco Locchi a farsi interprete del lutto che ha colpito ieri mattina la comunità umbertidese.

«E’ stato un protagonista dell’economia in Umbria», dice la presidente della Regione Catiuscia Marini.

L’onorevole Walter Verini esprime «dolore vero per la scomparsa di un imprenditore serio e ca- pace». Parole di cordoglio dal mondo sindacale. Alessandro Piergentili della Cgil parla di un «uomo profondo e sensibile che sapeva guardare sempre avanti. Credo che non sarà facile sostituirlo».

La salma è stata già restituita alla famiglia che allestirà la camera ardente nell’azienda Piana Gherardo.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*