Incidente a Gubbio, la variante di Pian D’Assino torna sul banco degli imputati

Intanto si attende il responso dell'autopsia sui cadaveri

Incidente a Gubbio, la variante di Pian D'Assino torna sul banco degli imputati

Incidente a Gubbio, la variante di Pian D’Assino torna sul banco degli imputati
GUBBIO – La variante Pian d’Assino torna sul banco degli imputati. Non si spegne l’eco di cordoglio e commozione a Gubbio per la nuova tragedia sulla strada consumatasi nelle prime ore di ieri mattina con la morte di tre persone. Aumentano le critiche anche sui social su un’arteria stradale che, come la ribattezzò nel 2005 già il Vescovo Ceccobelli, nata “già vecchia” a due corsie si è poi rivelata negli anni fin troppo pericolosa.

Tanto che oggi potremmo dire che abbia ereditato dal vecchio tracciato la triste nomea di “strada della morte”. Meno di due anni fa, nel settembre 2015, lungo il tratto nuovissimo Madonna del Ponte-Mocaiana, altre tre vittime nello scontro tra un pullman (morì il conducente) e una vettura con una coppia di rumeni (entrambi deceduti). Ma negli anni sono stati numerosissimi gli incidenti mortali in altri tratti della strada.

Uno spartitraffico o l’adozione di deterrenti all’alta velocità potrebbero essere provvedimenti attuabili in poco tempo e con risorse economiche sostenibili. Intanto si attende il responso dell’autopsia sui cadaveri, anche per accertare eventuali stati di alterazione dei conducenti delle due vetture.

Il sindaco Filippo Mario Stirati  ha proclamato per domani martedì 25 aprile una giornata di lutto cittadino, interpretando i sentimenti di profondo dolore che hanno colpito la comunità per l’incidente mortale di  venerdì notte. «  La comunità eugubina è stata profondamente scossa da questa tragedia  – commenta il sindaco Stirati  – che ha stroncato tre giovani  vite. In segno di vicinanza e interpretando i sentimenti che da più parti si sono manifestati,  ho proclamato domani una giornata  di lutto cittadino, con le bandiere del Comune  listate a lutto.  Alle famiglie che hanno perso i propri cari,  esprimiamo il cordoglio partecipe e i sensi della più  affettuosa vicinanza ».

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*