In possesso di bottiglie pregiate e non solo, denunciati

Controlli a tappeto disposti dal Comando Provinciale di Perugia anche in orari diurni per prevenire e reprimere i reati predatori

Tentano furto liquori e minacciano guardia giurata, fermati

In possesso di bottiglie pregiate e non solo, denunciati

Nel pomeriggio di ieri, i militari dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia , nell’ambito di un più articolato servizio per la prevenzione di furti, hanno denunciato per “ricettazione” un 21enne e un 29enne di nazionalità albanese, entrambi senza fissa dimora.

I due sono stati controllati alle porte di Gubbio a bordo di una Mercedes classe A poiché trovati in possesso di bottiglie di vini e superalcolici pregiati, nonché 6 tranci di parmigiano reggiano da 1 kg, tutto nascosto all’interno del vano bagagli, risultato completamente pieno.

I giovani, che si aggiravano con fare sospetto nei pressi di un noto centro commerciale della città, appena notata la pattuglia cercavano di eludere il controllo ma i militari dopo alcune centinaia di metri percorsi sono riusciti ad incastrarli.

I militari dell’Arma hanno perquisito la vettura rivenendo 21 bottiglie tra liquori e vini pregiati per un valore commerciale di circa 800 euro.

Accompagnati direttamente in caserma i due sono stati controllati e sono risultati essere responsabili di numerosi reati contro il patrimonio, alcuni commessi nel recente passato allorquando gli stessi sono stati già arrestati, in flagranza, per il furto di bottiglie di pregio a danno di esercizi commerciali.

Oramai “esperti nel settore” non hanno fornito alcuna valida giustificazione sul possesso della merce che, per accertamenti finalizzati all’individuazione dei legittimi proprietari, è stata posta in sequestro alla loro sfilza di precedenti penali si è aggiunta quindi un altra denuncia da parte dei Carabinieri di Gubbio che hanno chiesto anche il foglio di via obbligatorio per questo centro.

Almeno per qualche anno eviteranno di attraversare questo comune.

Bottiglie

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*