In giro con l’auto rubata, ubriachi e senza patente

La polizia li insegue e li acciuffa, indagati per il reato di ricettazione della vettura

La polizia nei covi degli spacciatori

In giro con l’auto rubata, ubriachi e senza patente. Verso le 22 aveva commesso una imprudenza: aveva lasciato l’auto incustodita e con le chiavi inserite nei pressi di un bar di Via della Pallotta. Pochi minuti dopo, disperato, ha chiamato le Forze dell’Ordine, chiedendo un aiuto immediato: l’auto era sparita.

A tutte le pattuglie della città venivano diramate le ricerche della utilitaria. Alle 4 una Volante vede una vettura corrispondente alle descrizioni sfrecciare a Madonna Alta; i poliziotti intuiscono che potrebbero essere i ladri e si mettono all’inseguimento. Riuscivano a raggiungerla a Ponte della Pietra e verificavano che era proprio quella rubata.

L’autista, un 34enne perugino già noto alla forze dell’ordine, si presentava agli operatori in evidente stato di alterazione alcoolica, ma si rifiutava di sottoporsi all’alcool test; veniva indagato per violazione dell’art. 187 del Codice della strada. Peraltro non era in possesso di patente: altra denuncia ai sensi dell’art 116 del Codice della Strada. L’auto veniva riconsegnata al legittimo proprietario.

Il passeggero, un 39enne perugino, anche lui con precedenti di polizia, e l’autista venivano indagati, in concorso, per il reato di ricettazione della vettura. Si sono entrambi giustificati dicendo che volevano farsi un giro in auto in città in occasione della kermesse musicale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*