Va a passeggio, per Fontivegge, portando con sé una pistola finta , arrestato pugliese

Ruba due cellulari da un'auto in sosta, beccato dalla Polfer

Va a passeggio, per Fontivegge, portando con sé una pistola finta , arrestato pugliese

Sono ormai le 21.30 del 12 novembre quando giunge al 113 la telefonata di un portiere che ha appena notato, in Via Sicilia, due uomini sospetti uno dei quali pare avere con sé una pistola. La segnalazione suscita il massimo allarme e gli equipaggi della Squadra Volante convergono immediatamente in zona per capire di chi si tratti.

Ecco allora che, a distanza di pochissimi minuti dalla chiamata, le persone vengono intercettate proprio di fronte alla Stazione di Fontivegge; si tratta di due pugliesi, che vengono subito perquisiti.

Uno dei due è del tutto pulito, mentre il secondo, un 44enne, ha effettivamente con sé una pistola scacciacani.

Gli viene chiesto naturalmente cosa ci faccia a Perugia e a cosa gli serva la pistola, ma il pugliese non fornisce spiegazioni convincenti, sicché viene subito condotto in Questura.

Qui, all’esito di accurati accertamenti sul suo conto, emerge che il 44enne non è affatto persona sconosciuta alle forze dell’ordine, avendo precedenti per reati contro il patrimonio, contro la persona, in materia di armi e persino per omicidio.

Inoltre, e soprattutto, viene fuori che il soggetto dovrebbe trovarsi in realtà nella sua città natale, essendo sottoposto da circa un mese alla misura cautelare degli arresti domiciliari presso la propria abitazione.

A questo punto, la Polizia procede al suo arresto in flagranza per evasione, contemporaneamente denunciandolo, visto l’episodio della pistola scacciacani, per il reato di procurato allarme.

Fontivegge

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*