Gesenu, ricorso al Tar respinto: resta l’interdittiva antimafia

Il tribunale “sposa” l’intero impianto del provvedimento

Gesenu, ricorso al Tar respinto: resta l’interdittiva antimafia

L’interdittiva antimafia resta. Il Tar ha respinto il ricorso di Gesenu contro il provvedimento messo in atto lo scorso autunno dell’ex prefetto di Perugia Antonella De Miro. Il tribunale accoglie per intero l’impianto e le ragioni contenute nel provvedimento della prefettura. La sentenza sembra, in attesa di leggere le motivazioni, non lasciare spazi ai ricorrenti.

Una sentenza che rafforza l’interezza del provvedimento. Chi si aspettava una decisione diversa, magari limitata a una sola parte dell’interdittiva, resta deluso.

Il ricorso della Gesenu contro l’interdittiva antimafia era stato depositato alla fine dello scorso novembre. Gesenu chiedeva la sospensione del provvedimento adottato dalla De Miro ritenendolo eccessivo rispetto al quadro complessivo.

L’udienza era stata fissata lo scorso 2 dicembre. Poi c’era stato il colpo di scena davanti al Tar dell’Umbria con Gesenu che aveva rinunciato alla sospensiva. La società dei rifiuti aveva deciso di ritirare la richiesta e rinviato tutto al giudizio di merito.

Gesenu

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*