Furto supermercato Pietralunga, carabinieri arrestano 3 persone e ne denunciano una quarta

Ruba 800 euro in un bar, arrestato algerino a Città di Castello
arresto

CARABINIERIdavantiVIAruggiaI Carabinieri della Stazione di Pietralunga, unitamente ai colleghi del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Città di Castello, ieri pomeriggio hanno arrestato tre persone ritenute responsabili di furto aggravato in danno di un supermercato del posto. Una quarta persona è stata invece denunciata in stato di libertà.

Verso le 17 il titolare dell’esercizio commerciale ha notato quattro stranieri dell’est Europa, due uomini e due donne, a bordo di un’autovettura. Il veicolo ha parcheggiato ad una certa distanza dal supermercato e tre degli occupanti sono entrati all’interno, apparentemente come normali clienti. Dopo qualche minuto il gruppetto si è allontanato. Insospettito, il commerciante ha annotato il numero di targa ed ha chiamato i Carabinieri. I militari, fatti veloci accertamenti, verificano che il veicolo è in uso a soggetti dell’est anche con precedenti di Polizia per furto ed altri reati. Una pattuglia della Stazione di Pietralunga ed una del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Città di Castello si pongono alla ricerca del veicolo, che viene individuato poco dopo per le strade del paese.

A bordo vi sono soltanto due occupanti, che giurano di essere da soli. Ciò insospettisce ancor di più i militari che, proseguendo le ricerche, riescono ad individuare e fermare anche gli altri due. Uno di essi, sottoposto a perquisizione, viene trovato in possesso di numerose confezioni di prodotti da barba, del valore di circa 400 euro, risultati rubati poco prima proprio nel supermercato. Grazie a diverse testimonianze ed alle riprese del sistema di videosorveglianza dell’esercizio commerciale, è stato possibile ricostruire esattamente l’accaduto.

A conclusione degli accertamenti tre persone di età compresa tra i 30 ed i 35 anni, due uomini ed una donna, provenienti dal Lazio, sono stati arrestati con l’accusa di furto aggravato. Un’altra donna 31enne, in stato interessante, è stata invece denunciata in stato di libertà con la medesima accusa. La refurtiva è stata ovviamente restituita al legittimo proprietario. Quest’oggi, presso il Tribunale di Perugia, si svolgerà l’udienza di convalida degli arresti.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*