Furto in uno studio, arrestato magrebino

Polizia
Polizia
Polizia

Ruba in uno studio in via delle Clarisse a Perugia, viene notato da un residente della zona, e poco dopo viene arrestato dalla polizia. E’ accaduto ieri mattina. In manette un magrebino di 31 anni. Gli agenti della volante sono intervenuti in zona per verificare una segnalazione giunta al 113. Un residente, infatti, che aveva notato un giovane maghrebino che si aggirava con fare sospetto tra alcune auto in sosta in via Brunamonti.

Giunti sul posto gli agenti hanno subito individuato l’uomo che, appena ha visto avvicinarsi le volanti, ha tentato di occultare qualcosa in mezzo alla vegetazione. L’azione non è sfuggita ai poliziotti che hanno recuperato un pc portatile. Perquisito, il magrebino è stato trovato in possesso di un telecomando accessorio al medesimo pc e della somma di 120 euro. Accendendo il computer, sono emersi i dati della proprietaria, una donna che dispone di un appartamento e di uno studio in via Clarisse. Gli agenti l’hanno immediatamente contattata, restituendole il pc e il denaro. In seguito, hanno condotto il marocchino in Questura, dove questi ha iniziato a provocare, insultare e perfino minacciare di morte i poliziotti.

Il magrebino ha inoltre danneggiato una sedia, tentando, in un impeto autolesionistico, di ingoiarne le schegge, ma è stato prontamente fermato dagli agenti.

Per lui, arresto in flagranza per furto aggravato, danneggiamento, resistenza e minacce a pubblico ufficiale.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*