Furto in casa, ucciso dai ladri, fermati assassini [FOTO E VIDEO]

Un agricoltore di 91 anni, Giulio Moracci, è stato trovato morto oggi pomeriggio, martedì 28 aprile 2015, nella sua abitazione alla periferia di Terni. E’ accaduto in via Andromeda, zona Gabelletta intorno alle 13,30. L’anziano da quanto appreso avrebbe scoperto in casa tre ladri. Sarebbe nata una colluttazione con i malviventi e l’uomo è stato ucciso. Con il 91enne c’era anche la moglie. L’anziano è stato trovato legato e imbavagliato a faccia in giù sul letto, nessun segno di violenza sul corpo, ma l’uomo è morto durante la rapina. La moglie invece è stata trovata imbavagliata e legata in cucina. La donna ferita è stata soccorsa e trasportata in ospedale.

Sul luogo della tragedia si sono recati i carabinieri. In via Andromeda è arrivato il sostituto procuratore Barbara Marzullo e il medico legale. I malviventi sono fuggiti ma i carabinieri li hanno fermati subito mentre fuggivano dalla casa. Si tratta di tre giovani, tutti romeni. I ladri sono stati arrestati per omicidio preterintenzionale, rapina, lesioni e sequestro di persona. Lo hanno comunicato i carabinieri durante una conferenza stampa convocata nella sede del comando ternano dell’Arma. Secondo quanto accertato dai carabinieri due di loro sono entrati in casa mentre l’altro attendeva in auto. I tre, di 20, 21 e 43 anni, provengono dalla periferia romana e sono da molto in Italia, tanto da parlare “perfettamente” la lingua. A loro carico sono emersi numerosi precedenti. I romeni viaggiavano a bordo di una Bmw con targa romena che era stata parcheggiata nei pressi della casa dell’anziano. Si sono fatti aprire la porta di casa dicendo di dover consegnare un telegramma.
La casa è stata trovata a soqquadro dalle persone che per prime sono entrate nell’appartamento della palazzina dove viveva la coppia.

I vicini di casa lo descrivono come “bravissima persona” che, come tanti altri nel quartiere, aveva “lavorato una vita, e se ha qualche soldo lo tiene in banca, di certo non a casa”. L’abitazione della coppia si trova all’ultimo dei tre piani di una palazzina di via Andromeda.

“Un’azione violenta, inutile e insensata”: così l”amministrazione comunale di Terni condanna “il gesto barbaro”. “L’amministrazione – si legge in una nota – appena ha appreso la notizia si è recata presso l’abitazione di Gabelletta per portare la vicinanza della comunità ternana e per raccogliere ulteriori informazioni su una vicenda che ha profondamente colpito la comunità di Gabelletta e la città tutta”. Durante la visita “è stata evidenziata la gravità dell’episodio, così come la pronta risposta delle forze dell’ordine”. L’amministrazione annuncia infine che nelle prossime ore “attiverà tutte le iniziative necessarie per mostrare ulteriormente la solidarietà alla famiglia Moracci”.

Una donna a metà gennaio scorso era morta in circostanze simili, dopo che aveva scoperto in casa i ladri. Gabriella Listani Zelli fu uccisa con un colpo all’addome che le aveva provocato una emorragia interna.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*