FURTI: TRE TENTATIVI NELLA NOTTE A PONTE SAN GIOVANNI

spaccate 003di Gino Goti
(UJ.com3.0) PONTE SAN GIOVANNI – Ladri maldestri, vetrine resistenti, impianti di allarme efficienti in tre “spaccate” notturne nella “tranquillissima” Ponte San Giovanni, a detta degli amministratori comunali. Due i negozi nella centralissima via della scuola e uno in via nino bixio, di fronte alla minirotatoria da poco inaugurata. Erano le 4.45 quando ha suonato l’allarme del  negozio Petrolio-articoli sportivi. I ladri avevano tranciato la saracinesca a rete e tentato con una mazza di sfondare il vetro di sicurezza, ma contemporaneamente si era anche affacciata una inquilina del palazzo, la signora Adele, e i malviventi sono scappati.

 

Sempre in via della Scuola preso di mira, intorno alle 5.00, il Triangolo, altro negozio di abbigliamento. Ma anche qui le mazze non hanno avuto ragione del vetro blindato. Al termine di via Bixio con l’incrocio con via Manzoni ha resistito anche la vetrina del negozio di calzature XL che i ladri hanno cercato di forzare con un’auto in retromarcia. Qui l’allarme è stato dato da un dipendente della pasticceria Alunni che intorno alle 5 e mezzo già effettuava le prime consegne. Notevoli i danni alle vetrine e molta rabbia da parte dei commercianti e dei cittadini, esasperati da queste azioni ladresche: “ormai non se ne può più – ci ha detto la titolare del Triangolo- è una lotta continua: di nervi, di attenzioni, di rabbia perché nessuno ci tutela e ci protegge. Fortuna le protezioni che questa volta hanno resistito. Ma non so quanto io e gli altri potremo resistere ancora tra tasse, furti, balzelli vari  e crisi economica che ci penalizza enormemente”. I carabinieri della stazione di Ponte San Giovanni non hanno potuto far altro, nel frattempo, che accogliere le denunce dei tre commercianti. Presto ci sarà un incontro promosso dai commercianti e dalle associazioni operanti nel paese per fare il punto della situazione. Nel frattempo la Pro Ponte ha iniziato la raccolta delle firme per chiedere l’istituzione della Tenenza dei Carabinieri nel paese: vorrebbe dire aumentare il numero dei militari presenti nel territorio e quindi una maggiore tutela dia attività commerciali e cittadini.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*