Primi d'Italia

Furgone sulla folla sulla rambla a Barcellona, diversi morti e feriti

Barcellona è una delle mete straniere preferite. Al momento non ci sarebbero italiani coinvolti

Furgone sulla folla sulla rambla a Barcellona, diversi feriti

Furgone sulla folla sulla rambla a Barcellona, diversi morti e feriti

BARCELLONA – Terroristi in azione a Barcellona, capoluogo della Catalogna. Un furgone di colore bianco, intorno alle 17 di oggi è piombato sulla folla che stava passeggiando sulla rambla principale. Secondo il giornale catalano “La Vanguardia”, testimoni e polizia riferiscono che il conducente è andato avanti sulla strada travolgendo passanti e accelerando. Il conducente del mezzo è fuggito a piedi ed è in corso una caccia all’uomo nel cuore della capitale catalana. L’uomo in fuga sarebbe in compagnia di un complice e si è asserragliato con degli ostaggi in un ristorante turco, il “Luna de Estambul”, vicino al mercato della Boqueria. Nell’area si odono degli spari.

Il bilancio provvisorio delle vittime dell’attentato a Barcellona: secondo la sede catalana della rete radio iberica ‘Cadena Ser’ si conterebbero almeno 13 morti e decine di feriti. ‘Cadena Ser’ cita fonti della polizia del capoluogo catalano. I negozi della zona hanno abbassato le saracinesche: dentro ci sono anche i clienti, ai quali la polizia ha per ora sconsigliato di uscire. Oltre ai feriti provocati dal furgone ci sarebbero anche feriti e contusi per colpa delle numerose scene di panico con la folla in fuga nelle stradine circostanti la rambla.

Il furgone è entrato nella rambla da plaza de Catalunya sterzando a tutta velocità dopo un semaforo superato con il rosso e ha percorso per 600 metri il passeggio centrale della Rambla de Canaletes travolgendo a decine i pedoni ed ha poi finito la sua corsa finendo contro un chiosco all’altezza del Pla de la Boqueria.

Ora le ambulanze continuano ad affluire a decine. Chiuse anche tutte le stazioni della metro. Barcellona è una delle mete straniere preferite. Al momento non ci sarebbero italiani coinvolti, ma diversi sono i testimoni di italiani che si trovavano lì in quel momento.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*