Fugge per evitare rimpatrio, ma la polizia lo acciuffa

Urla di una donna fanno intervenire polizia

Fugge per evitare rimpatrio, ma la polizia lo acciuffa
I poliziotti di Quartiere se lo sono visto fuggire davanti mentre pattugliavano a piedi Via Canali. Non avevano visto tossicodipendenti in giro e non si sono spiegati le ragioni di quella fuga; quando lo hanno acciuffato, dopo una breve rincorsa, gli hanno chiesto le ragioni di quella fuga e lo straniero ha risposto che non voleva tornare in Tunisia.

Ma il fascicolo del 50enne tunisino custodito in Questura presso l’Ufficio Immigrazione parlava chiaro: tre arresti per spaccio alle spalle, l’ultimo al Parco di Sant’Anna, quattro provvedimenti di espulsione non ottemperati e tutti i procedimenti penali a suo carico chiusi con pene scontate.

Ha quindi capito presto il suo destino: in serata è stato scortato a un C.I.E. da due poliziotti e, appena le autorità consolari Tunisine gli rilasceranno un passaporto, lascerà l’Italia ove ha vissuto per 15 anni.

Fugge per evitare rimpatrio

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*