Unipegaso

FIRENZE, PROCESSO OMICIDIO KERCHER, CONDANNATI AMANDA E RAFFAELE

LETTURA_SENTENZAFIRENZE – Amanda Knox è stata condannata a 28 anni e sei mesi e Raffaele Sollecito a 25 per l’omicidio di Meredith Kercher. Tutto è stato ribaltato, i due però non torneranno in carcere. Divieto di espatrio per Raffaele Sollecito. Nessuna misura cautelare per Amanda Knox. Lo ha deciso la corte d’appello di Firenze.

Ad Amanda aumentata pena per reato calunnia: I giudici hanno ritenuto che Amanda accusò Lumumba per assicurare a sé l’impunità dal reato di omicidio. Proprio per questo la pena per il reato di calunnia è stata elevata rispetto al primo grado. A Raffaele Sollecito – che non rispondeva di calunnia – è stata confermata la pena decisa dai giudici di primo grado: 25 anni di reclusione.

 

Meredith, suoi familiari impassibili a sentenza: Impassibili i familiari di Meredith Kercher alla lettura della sentenza di condanna. Hanno stretto le mani ai loro legali e hanno scambiato qualche parola con il pg. “Non è tempo di festeggiare”. Così il fratello di Meredith Kercher, Lile, ha commentato la sentenza di condanna nei confronti di Raffaele Sollecito e Amanda Knox. Pur accogliendo le richieste dei loro legali, i fratelli di Mez, Lile e Stephanie, hanno ascoltato composti la lettura della sentenza. “Capisco perché Raffaele e Amanda non fossero qua”. Uscendo dall’aula Lyle ha poi aggiunto, riferendosi alla sentenza: “è la cosa migliore che potevamo sperare”. “Grande soddisfazione” è stata espressa anche dal legale della famiglia Kercher, l’avvocato Francesco Maresca.

Amanda, ‘impietrita, ma non ha pianto:Amanda Knox è rimasta ”impietrita” appena saputa la sentenza di condanna, ma non ha pianto e non ha parlato. Così uno dei suoi legali, Carlo Dalla Vedova, che ha comunicato, via telefono alla studentessa americana che è a casa della madre, la decisione della corte d’appello di Firenze.  “E’ stata una bella botta, faremo ricorso, Amanda è innocente”: così uno dei difensori di Amanda Knox, Luciano Virga, commentando la sentenza.

Sollecito, annichilito dopo sentenza in Tv: Ha appreso della sentenza di condanna nell’appello bis per l’omicidio di Meredith Kercher dalla Tv, Raffaele Sollecito, che è apparso “annichilito” ad uno dei suoi difensori, l’avvocato Luca Maori. Il giovane pugliese è rimasto senza parole. “Siamo esterrefatti – ha detto l’avvocato Maori – perché è la prima volta che qualcuno viene condannato con prove che dicono il contrario. E’ comunque solo una tappa di questa vicenda”.

Amanda a Abc,spaventata da sentenza ingiusta: ”Sono spaventata e rattristata da questa sentenza ingiusta”, così Amanda Knox, alla Abc
giudica la sentenza della Corte d’Appello di Firenze.

Legale Sollecito, impugneremo sentenza: “Impugneremo la sentenza”. Così Giulia Buongiorno, legale di Raffaele Sollecito, al termine della sentenza. Un processo “vuoto di prove e di indizi. Lo abbiamo dimostrato. Questo e’ solo un passaggio”. Il legale ha annunciato che la decisione sarà’ impugnata in Cassazione. “Questo processo – ha sottolineato l’avvocato Bongiorno – è andato non bene ma benissimo. Perché è assolutamente vuoto di prove e di indizi. Crediamo di averlo dimostrato. Il fatto che questo sia stato l’esito allunga solo la fatica e la sofferenza di Raffaele”. Riguardo al ricorso in Cassazione, il difensore di Sollecito ha detto che “ci sarà ancora un ping pong”. “Non credo – ha aggiunto – che possa esserci una motivazione idonea a giustificare la presenza di Raffaele nella casa del delitto. C’è una perizia geometrica che lo esclude”.

Flash stampa Gb e Usa su conferma condanne: Esattamente come in Italia i media britannici e statunitensi (quelli della vittima e dell’ancora presunta killer) hanno atteso il verdetto della Corte di Appello di Firenze sull’omicidio della connazionale Meredith Kercher. I siti di Bbc, Sky news (che ha fatto una diretta), Guardian, Daily Telegraph, aprono le loro hone page tutti sulla conferma della condanna per la statunitense Amanda Knox e Raffaele Sollecito. I flash si susseguono negli Stati Uniti, dove si trova Amanda, anche sui siti di Cnn, Abc, Cbs, Mnsbc. In streaming il verdetto su Usa Today, il quotidiano piu’ letto negli USA.

PG Crini, riconosciuto impianto accusatorio: “E’ stato riconosciuto il nostro impianto accusatorio”. Appare soddisfatto e si limita ad un’unica battuta Alessandro Crini procuratore generale al termine della sentenza di Corte d’Appello bis che ha visto confermare la pena per Raffaele Sollecito a 25 anni e aumentare la pena di Amanda Knox da 26 a 28 e sei mesi.

Avv. Maresca, fatta giustizia per lei e sua famiglia: “Riteniamo che sia stata fatta giustizia per Meredith e la sua famiglia”. E’ soddisfatto Francesco Maresca, legale della giovane inglese uccisa la notte tra il 1 e il 2 novembre del 2007 a Perugia.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*