Finanzieri di Assisi a Bastia sequestrano oltre 400 prodotti contraffatti

Presso il suo esercizio commerciale, un “bazar” di grandi dimensioni posto nella zona industriale di Bastia Umbra, erano stati operati numerosi controlli di “routine” senza mai rilevare irregolarità.

Soltanto dopo mirati appostamenti e pedinamenti, i Finanzieri della Tenenza di Assisi hanno scoperto che il suo titolare, W.Y, un cittadino cinese di 42 anni, aveva occultato all’interno di un fondo commerciale adiacente il suo negozio numerosi capi contraffatti che proponeva unicamente ad una fidata e riservata clientela.

Nei giorni scorsi le Fiamme Gialle hanno così sorpreso il commerciante all’atto di accedere presso il nascondiglio per approvvigionarsi della preziosa mercanzia, rinvenendo oltre 400 prodotti, tra cui borse, trolley e portafogli, riproducenti noti marchi quali “Desigual”, “Louis Vuitton” e “Alviero Martini”, tutti abilmente contraffatti.

Immediatamente è scattato il sequestro dei beni illecitamente detenuti nonché la denuncia del responsabile all’Autorità Giudiziaria per commercio di prodotti contraffatti e ricettazione.

Tutelare i mercati dall’invasione di prodotti falsi, di provenienza incerta o non sicuri per i consumatori è necessario per assicurare l’incolumità dei cittadini nonché tutelare l’economia sana del Paese: in questa cornice si colloca l’attività svolta dalla Guardia di Finanza di Assisi nel contrasto alla contraffazione ed a tutela dei mercati di beni e servizi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*