Figlio sventa truffa ad anziani genitori: “Mai dare il codice POD, a nessuno”

Arriva l'estate, occhio alle truffe, allarme lanciato da Enel
Egregio direttore Migliosi,
mi chiamo Leonardo Fiorucci abito a Fratticiola, vorrei raccontarle un fatto che mi è accaduto oggi 30 aprile alle ore 16,00 circa, ed era per puro caso che io fossi a casa oggi a quell’ora.
Arriva una telefonata (rispondo io invece che i miei genitori anziani) affermando di essere un addetto dell’Autorità per l’Energia, intento nel volermi informare del fatto che da inizio anno non erano più in vigore le fasce orarie per il conteggio del dei consumi di energia elettrica ma, un unica fascia chiamata fascia zero e voleva controllare che il mio fornitore di energia avesse adempiuto a questo proposito. Io ribatto che sono almeno 4 anni che io non ho più il contratto a fasce orarie ma un contratto a taglia unica con il fornitore nazionale principale.
Il soggetto dunque mi passa il suo supervisore il quale mi ribadisce che vogliono assolutamente essere certi che il mio fornitore abbia adempiuto a questo loro obbligo e mi chiede di controllare sulla mia bolletta di energia. Allora acconsento prendo una bolletta e poi gli chiedo cosa dovrei controllare, il genio mi dice che gli dovrei dare il codice POD, allarme, gli rispondo che il codice POD non va mai comunicato neanche a un addetto di Enel Distribuzione con tanto di distintivo o tesserino, figuriamoci a uno che afferma di essere un addetto del ’Autorità per L’Energia al telefono e gli sbatto la cornetta in faccia.
Il fatto è che se io oggi ero al lavoro come sarebbe di norma invece che a casa, avrebbero risposto al telefono i miei genitori anziani, che di fronte a cotanta affermazione di questi individui assolutamente falsa, (Autorità per L’Energia) avrebbero sicuramente comunicato il codice POD che è il numero identificativo del nostro contatore e serve per attivare i contratti per l’energia guarda caso, si sarebbero ritrovati sicuramente con qualche contratto truffa. Quindi vorrei che Lei tramite il suo giornale metta in guardia i nostri concittadini, soprattutto quelli più anziani che sono i più indifesi da certi individui che si ingegnano in ogni modo pur di perpetrare le loro malefatte, approfittando magari della buona fede di chi si trovano davanti.
Cordiali saluti Fiorucci Leonardo

1 Commento su Figlio sventa truffa ad anziani genitori: “Mai dare il codice POD, a nessuno”

  1. Io ho avuto una esperienza simile sia con enel che con eni, per fortuna in entrambi i casi ho ricevuto io la telefonata e me ne sono tenuto lontano, visto che tutto sommato l’attuale fornitura (della edison) non mi dà problemi. È comunque inquietante che vi siano ancora certe pratiche scorrette nel 2015…
    Saluti,
    Marco Crescenzi

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*