Famiglia italiana sfrattata, Casapound Perugia pronta a fare battaglia

La famiglia Trozzi ha ricevuto un'ingiunzione di sfratto

Famiglia italiana sfrattata, Casapound Perugia pronta a fare battaglia

PERUGIA – La famiglia Trozzi ha ricevuto un’ingiunzione di sfratto nei giorni scorsi nonostante la precaria situazione economica e sanitaria: i due coniugi hanno infatti due figli invalidi al 100%, di cui uno in gravi situazioni sanitarie, e sono entrambi disoccupati.

“Questa mattina – dichiara Antonio Ribecco, responsabile di Cpi Perugia – era previsto l’arrivo dell’ufficiale giudiziario che abbiamo atteso a casa della famiglia Trozzi insieme ai militanti del nostro movimento. Abbiamo ottenuto un rinvio dello sfratto al 18 dicembre”.

“Ci siamo poi recati all’assessorato ai servizi sociali per portare direttamente all’assessore il problema e chiedere al Comune, che già si era attivato per prestare aiuto alla famiglia, di trovare una soluzione definitiva per un caso vergognoso nel 2017″.

“Seguiranno aggiornamenti – prosegue Ribecco – e, se entro il 18 dicembre, il Comune non dovesse aver trovato una valida alternativa, saremo pronti a tutto per difendere i diritti di questa famiglia italiana”.

“Dopo aver accompagnato la famiglia Trozzi all’Assessorato alle Politiche Sociali – dichiara Antonio Ribecco, responsabile locale di Cpi – abbiamo ottenuto una piccola vittoria, che ovviamente non fermerà la nostra battaglia: di fronte allo sfratto esecutivo minacciato per il 18 dicembre, abbiamo ottenuto dal Comune l’abbinamento di un iter che prevede lo stanziamento da parte del Comune di una cifra fino a 200 euro al mese per 34 mensilità con l’aggiunta del pagamento della caparra per l’affitto di un appartamento”
“Ci rivolgiamo dunque ai perugini che dispongano di un appartamento situato nel territorio comunale e che vogliano venire incontro alle esigenze di questa famiglia italiana considerando che sarà il Comune stesso a fare da garante per il pagamento dell’affitto e facciamo un ulteriore appello a chi di buon cuore e a chi sposa le battaglie di CasaPound Italia di aiutare concretamente la famiglia con una piccola donazione post pay che permetterà la stessa di affrontare in questi giorni le scadenze delle utenze.”
Qui i dati:
Poste Pay  n° 4023600670004227
Codice fiscale – TRZNNR59S05H501O
Scadenza carta 11/19
Antonio Ribecco
Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*