Estate sicura a Terni, la Volante arresta tre persone

Negli ultimi cinque giorni, nell’ambito dell’intensificazione dei servizi di controllo del territorio, finalizzati in particolare al contrasto dei reati predatori, disposti dal Questore di Terni, Carmine Belfiore, per garantire un’estate più sicura alla cittadinanza, la Squadra Volante, diretta dal Vice Questore Aggiunto Giuseppe Taschetti, ed il Reparto Prevenzione Crimine “Umbria Marche” di Perugia – hanno controllato 145 autoveicoli e 460 persone. Durante l’intensa attività, la Squadra Volante nel pomeriggio di mercoledì, ha arrestato due persone in due diverse operazioni. Un ternano di 38 anni, sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari è stato sorpreso mentre passeggiava per le vie del centro in pieno pomeriggio con una sua conoscente. Per non farsi riconoscere aveva indossato un cappellino con visiera e grandi occhiali da sole, ma non è sfuggito ad una pattuglia che l’ha subito riconosciuto, erano gli stessi agenti che avevano eseguito l’ordinanza applicativa della misura emessa dal G.I.P. del Tribunale di Terni il 1° agosto scorso. L’uomo è stato arrestato e ieri mattina, processato con rito direttissimo, è stato condannato con patteggiamento a otto mesi di reclusione.

Al termine del processo sono stati ripristinati gli arresti domiciliari. Una ternana di 31 anni, pluripregiudicata e sottoposta alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno, già in precedenza violata più volte, è stata arrestata perché è stata vista dagli agenti scendere da una bus-navetta proveniente da Perugia, dove si era recata senza la prescritta autorizzazione. La donna ha tentato di giustificarsi dicendo di essere salita sulla navetta alla fermata di Gabelletta, ma gli accertamenti non solo hanno provato che il bus dal Comune di San Gemini fino alla Stazione di Terni non transita nel percorso urbano, ma hanno dimostrato che era salita sul treno alla stazione di Perugia Sant’Anna.

E’ stata arrestata e portata al carcere di Capanne a Perugia. Nella tarda serata di ieri, un altro ternano, un 48enne pregiudicato e disoccupato, è stato arrestato dalla Squadra Volante nella flagranza del reato di maltrattamenti in famiglia, aggravato dal fatto che vittima degli stessi erano gli anziani genitori conviventi e, in particolare, il padre 88enne. L’uomo, in stato di ebbrezza alcolica, aveva dato in escandescenze, barricandosi in casa con loro, e lanciando oggetti dalla finestra, con ciò impedendo alla sorella, nel frattempo sopraggiunta, di intervenire. L’intervento degli Agenti della Squadra Volante sembrava avesse ricondotto l’uomo alla calma, ma non appena questi erano scesi in strada, avevano sentito le grida di aiuto disperate dell’anziano padre, questa volta strattonato e percosso dall’uomo che, pertanto, veniva tratto in arresto, ed associato alla Casa circondariale di Vocabolo Sabbione.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*