“Estate sicura”, i controlli della Polizia di Stato a Terni, arrestato evaso

PON SICUREZZA MINISTERO DEGLI INTERNITERNI – Nella giornata di ieri e fino a questa mattina sono state controllate in totale 139 persone, 54 veicoli, e sono stati effettuati 5 posti di controllo nell’ambito del progetto “Terni Estate sicura”, che riguarda l’intera città e la sua periferia, finalizzato a garantire la sicurezza e la prevenzione dei reati, in particolare di quelli predatori. Si tratta di servizi straordinari di controllo del territorio, disposti dal Questore Carmine Belfiore, effettuati dalla Squadra Volante, con l’ausilio del Reparto Prevenzione Crimine “Umbria Marche”, che hanno prodotto i seguenti risultati: due ternani, pregiudicati e disoccupati, sono stati denunciati all’Autorità giudiziaria perché sorpresi a rubare materiale ferroso all’interno di uno stabile abbandonato di Acquavogliera; una cittadina rumena 27enne incensurata è stata denunciata per furto di capi di abbigliamento per un valore di circa 100 euro commesso all’interno di uno store del centro, dopo averli privati delle etichette dei prezzi, appartandosi nei camerini di prova; è stata data esecuzione ad una Ordinanza applicativa della Misura cautelare degli arresti domiciliari emessa dal G.I.P. del Tribunale di Terni a carico di un ternano 38enne, ritenuto responsabile del reato di evasione.

L’uomo era sottoposto agli arresti domiciliari dal Tribunale di Terni lo scorso mese di aprile, dopo che la Squadra Volante lo aveva tratto in arresto per aver violato la Misura cautelare del divieto di avvicinamento alla ex convivente, vittima di atti persecutori. Nei giorni scorsi era evaso ed era stato rintracciato allo scalo ferroviario di Foligno, dove era stato tratto in arresto dalla Polizia di Stato. Nella tarda mattinata di ieri, al momento del rintraccio per la notifica del nuovo provvedimento cautelare, gli uomini della Squadra Volante hanno lo avevano sorpreso mentre stava rincasando a piedi. L’uomo è stato denunciato all’Autorità giudiziaria per l’ ulteriore evasione, ed egli si è giustificato dimostrando di essersi recato da una conoscente che risiede nelle vicinanze al fine di procurarsi il cibo per il proprio gatto.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*