Espulsioni e fogli di via per gli arrestati del 12 novembre

Espulsioni e fogli di via per gli arrestati del 12 novembre
Nella giornata del 13 novembre la Polizia ha adottato incisivi provvedimenti nei confronti delle persone arrestate il giorno precedente nell’ambito di due distinte operazioni condotte dalla Squadra Volante.

In particolare si è disposta l’espulsione per il 30enne tunisino arrestato a Ponte Felcino perché trovato in possesso di hashish e responsabile dell’aggressione ai danni di un poliziotto.
Dopo che nel processo per direttissima e il suo arresto è stato convalidato, gli agenti gli hanno dapprima notificato, presso l’Ufficio Immigrazione un provvedimento di Espulsione; in serata un equipaggio ha provveduto al suo accompagnamento coattivo ad un C.I.E. per il suo imminente rimpatrio.

Ieri mattina è stato anche processato il pluripregiudicato pugliese rintracciato dalle Volanti in Via Sicilia e trovato in possesso di una pistola scacciacani; su di lui pendeva la grave accusa di evasione dagli arresti domiciliari che doveva scontare in Puglia.

All’esito del giudizio, l’uomo è stato riaccompagnato coattivamente da un equipaggio della Polizia presso la sua abitazione di Vieste, in Puglia, ove a tarda notte è stata ripristinata la misura cautelare violata.

Prima di partire, però, gli agenti della Divisione Anticrimine gli hanno notificato un provvedimento di foglio di via obbligatorio con annesso divieto di ritornare nel capoluogo umbro per i prossimi tre anni.

Anche nei confronti dell’altra persona che era stata trovata con lui – e che risultò “pulita” dopo la perquisizione ad opera della Volante – è scattato una misura di prevenzione, il provvedimento di avviso orale, da cui derivano una serie di prescrizioni e divieti, primo tra tutti quello di accompagnarsi a pregiudicati.

Espulsioni

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*