Effetto Gugliotta, pattuglione in centro storico e Fontivegge

Donna di 50 anni rapinata e ferita a Perugia

Effetto Gugliotta, pattuglione in centro storico e Fontivegge. Il 28 luglio la Polizia ha effettuato dei servizi straordinari di controllo del territorio, su disposizione del Questore Carmelo Gugliotta e sotto la direzione del Commissario Capo Adriano Felici.

L’attività, che ha visto protagoniste alcune pattuglie della Squadra Volante e del Reparto Prevenzione Crimine “Umbria-Marche”, si è concentrata nelle aree dell’acropoli e di Fontivegge. Il bilancio complessivo del pattuglione è di 3 persone denunciate a piede libero, 53 soggetti identificati e 28 autoveicoli controllati.

Il primo denunciato è un 31enne tunisino, che la Volante ha rintracciato in Via Cortonese su segnalazione di un cittadino.
Il maghrebino, infatti, è stato indicato come responsabile del furto di un portafogli verificatosi in un bar della zona qualche settimana fa.
Pertanto, gli agenti si sono affrettati a bloccare il soggetto, dopodichè lo hanno portato in Questura per maggiori accertamenti.
Qui, effettivamente, l’uomo è stato riconosciuto senza alcun dubbio dalla vittima del furto, sicché la Polizia lo ha denunciato per il reato di furto aggravato.
Il 31enne, inoltre, è risultato inottemperante ad un recente ordine del Questore di allontanamento dal territorio nazionale.

Pertanto, la Volante ha deferito all’A.G. il tunisino anche per questo secondo reato, contestualmente avviando nei suoi confronti l’iter che condurrà alla sua espulsione.
Il secondo uomo caduto nella rete della Polizia è un altro tunisino, classe 1985.
Una pattuglia del Reparto Prevenzione Crimine lo ha intercettato nei pressi della stazione di Fontivegge, ed egli ha tentato, vanamente, di eludere il controllo.
Una volta fermato e sottoposto ad accertamenti, è emerso trattarsi di soggetto ampiamente noto alle forze dell’ordine, gravato da denunce per reati contro il patrimonio e particolarmente attivo nello spaccio a Fontivegge.

Gli agenti hanno accertato, anche nel suo caso, l’inottemperanza ad un ordine di lasciare l’Italia.
Per il tunisino, dunque, denuncia all’A.G. ed espulsione.
Infine, una Volante ha beccato, non lontano da Corso Bersaglieri, un terzo tunisino, classe 1977, che aveva arbitrariamente occupato un appartamento da tempo sfitto.
Quando i poliziotti sono entrati nell’abitazione, hanno trovato il nordafricano che se ne stava bellamente in bagno a lavarsi il viso.

Messo sotto pressione dalla Volante, egli ha dovuto ammettere di non aver alcun titolo a stare lì e che, al contrario, era entrato in casa abusivamente qualche giorno fa. Per il 38enne, irregolare sul territorio nazionale, denuncia della Polizia per il reato di invasione di edifici ed espulsione dall’Italia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*