E’ morto Gianroberto Casaleggio, cofondatore M5s

E' morto a Milano dove viveva combattendo una malattia che lo aveva colpito da tempo

E' morto Gianroberto Casaleggio, cofondatore M5s
Foto dal Blog di Beppe Grillo

E’ morto Gianroberto Casaleggio, cofondatore M5s

“Questa mattina è mancato Gianroberto Casaleggio, il cofondatore del MoVimento 5 Stelle. Ci stringiamo tutti attorno alla famiglia. Gianroberto ha lottato fino all’ultimo”. Lo ha scritto Beppe Grillo nel suo blog. I funerali di Gianroberto Casaleggio si celebreranno giovedì 14 aprile. Casaleggio, che a maggio 2015 aveva partecipato alla marcia Perugia-Assisi del M5s per il reddito di cittadinanza, è morto a Milano dove viveva combattendo una malattia che lo aveva colpito da tempo.

Nel blog c’è anche un passaggio della lettera al Corriere della Sera del 30 maggio 2012 : “Sono un comune cittadino che con il suo lavoro e i suoi (pochi) mezzi cerca, senza alcun contributo pubblico o privato, forse illudendosi, talvolta anche sbagliando, di migliorare la società in cui vive”.

“Un visionario”, così l’ha definito Beppe Grillo. E probabilmente è questa la parola che meglio descrive Gianroberto Casaleggio: imprenditore, co-fondatore del M5S, mass-mediologo, esperto del web, un politico atipico. La sua morte, quasi inaspettata, lascia un vuoto incolmabile tra i rappresentanti del 5 Stelle, come trapela dalle parole di tutti i portavoce umbri che all’unanimità esprimono il loro cordoglio alla famiglia. “L’eredità che ci ha lasciato è la visione di un mondo migliore – affermano i pentastellati – ed è grazie a lui e al suo metodo rivoluzionario, fondato su un attivismo partecipativo e trasparente, se gli italiani si sono riavvicinati alla politica e alle istituzioni. Con il sistema operativo denominato ‘Rousseau’, Casaleggio ha dato inizio alla piattaforma per la ‘democrazia diretta’ che, ancora oggi, funziona registrando i voti degli iscritti ogni volta che questi vengono chiamati ad esprimersi e dove ci sono spazi di confronto su proposte di legge e attività sul territorio. Unico esempio in Italia di un comune cittadino, come amava definirsi Gianroberto, che ha sempre creduto nell’efficacia e nella potenza di Internet come mezzo di informazione, lontano dalle contaminazioni del Potere che utilizza i mass media tradizionali per raccogliere consensi popolari” – concludono i portavoce. Nato a Milano 61 anni fa, nel 2005 l’incontro con Beppe Grillo: Casaleggio crea sul web il blog per raccogliere i seguaci degli spettacoli del comico genovese e pubblica i suoi libri. Il sito dell’attuale leader del M5S diviene il più seguito in Italia ed uno dei primi nel mondo. Nel 2009 insieme a Grillo fonda il M5S, ma è il 2013 l’anno del “boom”: i cinquestelle sono il partito più votato in Italia (escluse le circoscrizioni estere) e mandano 109 parlamentari alla Camera e 59 al Senato. Casaleggio è sempre stato l’antitesi dell’esuberante amico Beppe, poche apparizioni pubbliche, molto riservato, di una cultura eccezionale. Chissà che un giorno il suo straordinario e sovvertitore pensiero non sia su tutti i libri di storia…

Gianroberto Casaleggio

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*