DUE SOMALI ALLA CARITAS CHIEDONO SOLDI DESTINATI AI RIFUGIATI

Polizia

polizia-7CITTA’ DI CASTELLO – Convinti di poter ancora beneficiare della quota giornaliera di denaro, ma così non è stato. Due immigrati di origine somala, di 24 e 25 anni,  si sono barricati all’interno di uno dei locali della Caritas, in pizza del Garigliano, a Città di Castello. Vennero inseriti nel programma di assistenza ai rifugiati nell’estate del 2012, quando in Altotevere sbarcarono decine di immigrati fuggiti dalla guerra che aveva insanguinato il corno d’Africa.

Poco tempo dopo, i due somali decisero di abbandonare il programma e trasferirsi altrove. Stamani, i due giovanissimi, dopo essere tornati in città con mezzi di fortuna, si sono presentati alla Caritas pretendendo che fosse loro versata la quota giornaliera di denaro spettante a chi beneficia del programma. La norma prevede però che, una volta interrotto lo status di rifugiato, decada.

Dopo un primo colloquio con gli operatori del centro di assistenza, i due somali non hanno voluto sentire ragione fermi nella decisione di ottenere quanto, secondo loro, gli era dovuto. Sul posto sono giunti gli agenti del commissariato di polizia che hanno riportato i due stranieri a più miti propositi, invitandoli ad uscire dall’edificio.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*