Due perugini arrestati, uno di loro con un curriculum “ricchissimo”

Tentano furto di intimo e scarpe, denunciata coppia di taccheggiatori

Due perugini arrestati, uno di loro con un curriculum “ricchissimo”
Due perugini sono stati arrestati dalla squadra mobile di Perugia. Si tratta di un 47enne (P.S.) e di un 41enne (M.G.). Il primo è stato controllato ed identificato presso la Stazione Fontivegge. All’esito del controllo è emerso che doveva scontare quattro mesi di reclusione per avere asportato la cassetta votiva presso una chiesa nel 2009. Dopo gli atti di rito è stato condotto presso il carcere di Capanne.

Il secondo, invece, nel corso di un ordinario servizio svolto dagli uomini della Sezione “Contrasto alla Criminalità Diffusa” nella periferia perugina, è stato fermato e controllato in località “Mantignana” del Comune di Corciano. Una volta effettuata la sua compiuta identificazione, è emersa la sussistenza, a carico del fermato, di un del provvedimento di revoca di decreto sospensione di ordine di esecuzione per la carcerazione e ripristino dell’ordine n.87/14 SIEP emesso dalla Procura della Repubblica presso la Corte d’Appello di Perugia lo scorso giugno, per fatti pregressi.

L’arrestato annovera numerosi trascorsi giudiziari e di polizia a Perugia: nel 2006 è stato arrestato per furto di materiale elettrico presso uno scalo ferroviario, risalgono al 2002 un divieto di partecipazione a manifestazioni sportive (“DASPO”) ed una segnalazione per porto abusivo di armi ed oggetti atti ad offendere, al 2001 delle denunce per ubriachezza molesta, oltraggio, violenza e resistenza a Pubblico Ufficiale nonché lesioni, ha poi precedenti per rissa ed infine fu destinatario, nel 1995 e con validità di 5 anni, di una singolare misura di sicurezza personale detentiva prevista dall’art. 234 del Codice Penale: il “divieto di frequentare osterie e pubblici spacci di bevande alcoliche”.

Due perugini arrestati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*