DROGA: CIRIGNONI (LN), UMBRIA HA PROBLEMA PIU’ GRAVE

droga_cucchiaio_siringa_web--400x300_immagine_l(umbriajournal.com) PERUGIA – “Dalla relazione 2013 al Parlamento presentata in questi giorni dal Dipartimento delle politiche antidroga emerge ancora una volta un’Umbria ‘tossica’ al primo posto tra le regioni italiane nella triste classifica dei morti per intossicazione acuta da stupefacenti, con un tasso di mortalità che è abnorme: quattro volte superiore alla media nazionale e quasi doppio rispetto alle Marche che pur sono al secondo posto di questa classifica”. Così il capogruppo regionale della Lega Nord, Gianluca Cirignoni, secondo il quale un altro aspetto “molto preoccupante” che emerge dal rapporto “completo ed esaustivo” è che “l’Umbria ha il problema ‘droga’ più grave e gli indici di risposta assistenziale e contrasto al di sotto della media nazionale.

E questo – spiega Cirignoni – risulta ai dati regionali rielaborati dal Dipartimento politiche antidroga con il sistema ‘Delta Drugs 3D’ che li rende omogenei ed in grado di misurare la gravita del problema e la qualità delle risposte nelle singole regioni A giudizio del rappresentante umbro del Carroccio, “il tristissimo e persistente primato regionale di morti per overdose non è casuale ma è la spia di un problema grave, costituito dal mare di droga che la criminalità organizzata sta da anni riversando in Umbria, insieme ai clandestini che trovano ‘impiego’ come pusher”. Cirignoni auspica che il rapporto del Dipartimento politiche antidroga rapporto sia quanto prima oggetto di studio e approfondimento da parte della commissione regionale su mafia e tossicodipendenze, e ritiene necessario che le istituzioni regionali si attivino con i prefetti ed il Ministero dell’Interno “per dare risposte straordinarie ad un problema straordinario”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*