Dopo il carcere via a casa sua, Questore Messina rimpatria pusher tunisino

Le attività di rimpatrio costituiscono uno strumento fondamentale

Perugia, fermati dalla polizia gli spacciatori di Case Bruciate
Questore Francesco Messina

Dopo il carcere via a casa sua, Questore Messina rimpatria pusher tunisino  PERUGIA – Ieri pomeriggio la Polizia di Stato ha scortato un cittadino tunisino pluripregiudicato sul volo che l’ha ricondotto nella terra natia. L’uomo era stato scarcerato per fine pena dopo aver scontato 4 anni, 5 mesi e 4 giorni di reclusione all’esito di svariate condanne. Più volte arrestato tra il 2010 ed il 2012 per reati in materia di stupefacenti, resistenza a pubblico ufficiale e violazioni della normativa in materia di immigrazione, tutte commesse nel Centro Storico cittadino.

Nel 2013 è stato arrestato per il cumulo delle sue condanne e da allora è stato ristretto nel carcere cittadino. Espiato il dovuto, l’Ufficio Immigrazione della Questura ha predisposto tutte le procedure per la sua espulsione e ieri pomeriggio, con il volo diretto la Tunisia in partenza da Roma, è stato riportato in patria.

Le attività di rimpatrio come quella di ieri costituiscono uno  strumento fondamentale nel contrasto delle consorterie criminali a matrice straniera perché le privano sistematicamente sia di “vertici” che di “manovalanza”.

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*