Donna uccisa in casa: figlio indagato per omicidio

Il ragazzo è arrivato alla procura di Perugia nel tardo pomeriggio di martedì

Omicidio Cenciarini, il Gip: “Ricoverare Bigotti in un ospedale psichiatrico”
Federico Bigotti

Donna uccisa in casa: figlio indagato per omicidio

Il figlio di Anna Maria Cenciarini, la casalinga trovata morta ieri in un’abitazione di Città di Castello è stato indagato per omicidio aggravato. Lo si è appreso dai suoi legali all’uscita dalla procura di Perugia.

Il ragazzo è arrivato alla procura di Perugia nel tardo pomeriggio di martedì. Ad accompagnarlo gli avvocati Francesco Areni e Vincenzo Bochicchio.

E’ stato, infatti, il figlio minore a trovare la 55enne in una pozza di sangue. Lui stesso avrebbe detto agli inquirenti di avere sentito la madre urlare di essere sceso incucina e di averla vista colpirsi al collo con il coltello. “Ho provato a fermarla, ma non ce l’ho fatta. Mi sono messo paura e sono tornato in camera mia. Poi ho chiamato mio padre”.

Sarebbero queste del dichiarazioni di Federico Bigotti che ha dato ai carabinieri e ai magistrati che lo hanno condotto in caserma dopo la morte della madre. La 55enne è stata colpita da almeno otto coltellate tra l’addome e il collo.

A dare l’allarme proprio il figlio che l’ha trovata, chiamando prima il padre che era al lavoro in un’azienda metalmeccanica in cui è impiegato anche l’altro figlio Christian. I due si sarebbero messi in auto alla volta della casa familiare e solo una volta arrivati avrebbero chiamato il 118. I sanitari non hanno potuto fare altro che constatare il decesso. Su questo nuovo ennesimo fatto di sangue che stravolge l’Umbria stanno indagando i carabinieri di Città di Castello insieme a quelli del reparto operativo di Perugia. Il procuratore aggiunto Antonella Duchini, insieme al nuovo pm Carmen D’Onofrio, coordinano le indagini dei carabinieri.

Il caso è complesso. Una ferita profonda al collo che le ha reciso in parte la carotide e che potrebbe essere stata inferta sorprendendo la donna alle spalle e fendenti al torace, vicino al cuore abbastanza profondi. I medici legali dovranno capire, oltre alla profondità delle ferite,se quelle inferte sul torace siano state fatte quando Annamaria era ancora in vita, oppure no. E quale sia quella mortale. Esiste agli atti solo la versione choc del figlio Federico. La donna che si accoltella. Ci sono anche le lunghissime dichiarazioni del marito Antonio e il figlio maggiore Christian, sentiti in caserma lunedì sera fino a tardi. Qualcuno avrebbe raccontato dei dissidi continui tra madre e il figlio minore. La donna cercava di rimettere Federico in carreggiata. I carabinieri del reparto operativo del comando provinciale – diretti dal colonnello Cosimo Fiore – potrebbero tornare sulla scena del crimine per un’analisi più dettagliata. Intanto il padre Antonio Bigotti e il fratello Federico, 21 anni, vivono momentaneamente nella casa del figlio maggiore. Il casolare di Varesina è sotto sequestro.

Un cuoricino e un hastag: #Riposainpacemamma: è quanto ha pubblicato nel suo profilo Instagram Federico Bigotti, il figlio minore (ventunenne) di Anna Maria Cenciarini. Il selfie è comparso nella mattina di martedì 29 dicembre, un giorno dopo la morte della madre.

Bigotti-Federico-instagram

 

Donna uccisa in casa

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*