Donna accoltellata, emergono interessanti elementi, indagini con luminol

Eseguita l'autopsia sul corpo della vittima

Donna uccisa in casa, il figlio Federico Bigotti è stato scarcerato

Donna accoltellata, emergono interessanti elementi, indagini con luminol

L’autopsia, eseguita nella giornata di mercoledì 30, evidenzierebbe incompatibilità tra l’ipotesi del suicidio e i fendenti inferti al corpo di Anna Maria Cenciarini.

Sarebbero stati più di uno i colpi risultati mortali per la cinquantacinquenne.
Un lungo esame, durato circa dieci ore, sul quale viene mantenuto stretto riserbo da parte degli inquirenti.

La versione raccontata dal figlio ora indagato potrebbe rivelarsi non vera. E’ stato, infatti, il figlio minore a trovare la 55enne in una pozza di sangue. Lui stesso avrebbe detto agli inquirenti di avere sentito la madre urlare di essere sceso incucina e di averla vista colpirsi al collo con il coltello. “Ho provato a fermarla, ma non ce l’ho fatta. Mi sono messo paura e sono tornato in camera mia. Poi ho chiamato mio padre”.

Intanto nel casolare del delitto, posto sotto sequestro sono stase eseguite le indagini col luminol e da quanto appreso sono emersi elementi “interessanti”.

Nei prossimi giorni dunque i carabinieri effettueranno approfondite analisi col luminol anche all’interno dell’abitazione.

Donna accoltellata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*