Don Franco Bucarini forse suicida, era stato ricattato per questioni di sesso

PERUGIA – Un sacerdote. don Franco Bucarini, che  aveva denunciato di essere stato vittima di un ricatto a luci rosse da parte di uno straniero è stato trovato morto venerdì mattina a Perugia. Secondo una prima ipotesi dei carabinieri si sarebbe suicidato. Sulla vicenda viene mantenuto uno strettissimo riserbo. La vicenda aveva portato al fermo di un giovane rumeno. 

Il prete pare si sia ucciso. La notizia della morte del sacerdote è arrivata proprio mentre si stava tenendo l’udienza per la convalida del fermo del ragazzo.  Si era rivolto ai carabinieri denunciando che un giovane dell’est europeo gli aveva chiesto denaro per non divulgare un loro presunto legame a sfondo sessuale. Rapporti che però lo straniero nega.

Oggi il gup di Perugia si è riservato di decidere sulla richiesta di convalida del fermo per tentativo di estorsione.

Al centro dell’indagine condotta dai carabinieri della sezione di polizia giudiziaria anche una foto nella quale comparirebbero però solo i volti dei due. Utilizzando anche questa immagine – in base alla denuncia – lo straniero avrebbe chiesto al sacerdote del denaro, sembra circa quattromila euro, per non divulgare la voce del presunto rapporto avvenuto in casa di quest’ultimo.

Di qui la decisione del religioso, che vive nei dintorni di Perugia, di rivolgersi ai carabinieri. Che dopo anche alcune intercettazioni telefoniche hanno proceduto al fermo dello straniero.

Don Bucarini fu ordinato presbitero il primo maggio 1971 come membro della Congregazione religiosa degli Orionini e svolse gran parte del suo ministero sacerdotale in Francia e in Paesi di missione. Fu nominato parroco prima di Santa Maria Annunziata in Colombella (nel 2008) e poi di Canneto, Capocavallo, Cenerente, Pantano, Prugneto (luglio 2012). Attualmente ricopriva l’incarico di direttore dell’Ufficio diocesano per le
missioni e la cooperazione tra le Chiese.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*