DENUNCIATA NOMADE VENTISEIENNE

POLIZIA(UJ.com3.0) PERUGIA – Ieri sera le “Volanti” hanno denunciato per tentato furto in abitazione in concorso una donna, S. M. nata a Roma nel 1987 di etnia rom, in quanto sorpresa a rovistare all’interno di un’abitazione in zona Case Bruciate. L’intervento è nato a seguito di una segnalazione al 113 effettuata dal proprietario di casa, il quale, dopo essere rincasato nel tardo pomeriggio nel suo appartamento, udiva un forte rumore proveniente dal bagno e notava subito dopo due donne darsi alla fuga. Una di queste riusciva a far perdere le proprie tracce, mentre la seconda scivolava e  veniva quindi raggiunta e bloccata dal proprietario di casa aiutato da un vicino accorso nell’immediatezza.

 

Gli agenti sul posto constatavano che la donna fermata, che consegnava subito di sua spontanea volontà ai poliziotti una lima in alluminio appositamente modellata per l’apertura delle serrature, era sprovvista di documenti di identificazione, ed inoltre oltre ad essere in evidente stato di gravidanza la stessa lamentava dolori agli arti dovuti alla caduta, pertanto veniva allertato il 118 e questa veniva accompagnata in ospedale per gli accertamenti del caso. Gli accertamenti sull’identità personale della donna venivano effettuati in ospedale dal personale della Polizia Scientifica, e dai successivi riscontri AFIS emergevano le generalità della stessa, S. M. nata a Roma nel 1987, con numerosissimi precedenti per reati contro il patrimonio. La stessa pertanto, che assieme alla complice poi dileguatasi non era riuscita ad asportare nulla, veniva indagata in stato di libertà per il reato di tentato furto in abitazione in concorso. La S. M., incinta all’ottavo mese di gravidanza, ricoverata nel frattempo presso il reparto di ostetricia su disposizione del personale medico, si allontanava dall’ospedale stesso in tarda serata facendo perdere le proprie tracce.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*