Albanese morto, convalidati arresti, ma tre tornano liberi

Il giudice ha confermato la misura della custodia cautelare in carcere per Majec Mjeshtri

Albanese morto, convalidati arresti, ma tre tornano liberi

Convalidati arresti per albanese morto, ma tre tornano liberi

Convalidati dal gip di Terni Natalia Giubilei gli arresti dei quattro giovani fermati nell’ambito delle indagini sull’accoltellamento del 20enne albanese Oltjan Nela, morto mercoledì all’ospedale Santa Maria. Al termine degli interrogatori che si sono svolti oggi, il giudice ha confermato la misura della custodia cautelare in carcere per Majec Mjeshtri, il 21enne, anche lui albanese, che avrebbe materialmente sferrato la coltellata e ora accusato di omicidio.

Scarcerati invece gli altri tre, tutti ternani, nei cui confronti il pm Raffaele Pesiri ha riformulato l’accusa da concorso in omicidio a rissa aggravata. Uno di loro sarà sottoposto all’obbligo di firma e di permanenza in casa nelle ore notturne. Mjeshtri davanti al gip ha confermato la versione in base alla quale avrebbe agito per legittima difesa, rispondendo a delle presunte minacce nel corso della lite.

Il suo difensore l’avvocato Massimo Proietti, contro la decisione del giudice presenterà ricorso al tribunale del Riesame.

albanese

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*