CONTROLLI STRAORDINARI NEI PARCHI CITTADINI

Getta siringa usata in terra, cacciato tossicodipendente pregiudicato

SIRINGA(UJ.com3.0) PERUGIA – Continuano i servizi di controllo straordinario del territorio disposti dal Questore D’Angelo ed attuati con l’ausilio del Reparto Prevenzione Crimine Umbria-Marche. Rimangono sotto la lente d’ingrandimento dei poliziotti anche negli ultimi giorni le aree verdi cittadine dove, con l’arrivo della bella stagione tendono a concentrarsi sempre più persone. L’attività di bonifica degli ultimi giorni, concentratasi soprattutto nella zona della Pallotta, del Parco di Sant’Anna e delle aree verdi in zona Cortonese, tesa a prevenire i reati predatori e lo spaccio di sostanze stupefacenti, conta già 61 persone identificate di cui 25 con precedenti penali e di polizia.

 

È in questa capillare attività di setaccio che nella giornata di domenica venivano fermati F. F., ventinovenne foggiano residente a Foligno più volte segnalato alla locale Prefettura come assuntore di sostanze stupefacenti, e G. L. ventiseienne ternano residente a Spoleto con numerosi precedenti in materia di reati contro il patrimonio ed inerenti le sostanze stupefacenti.

 

I due soggetti venivano rintracciati dagli agenti in via Gallenga, non lontano dalla stazione di Fontivegge, in stato di semi-incoscienza con evidenti segni di assunzione di stupefacenti.

 

Dopo essere stati soccorsi dal personale del 118 sul posto, i due venivano condotti in Questura ; il G. L. che risultava avere a suo carico un avviso orale ed un divieto di ritorno nel comune di Perugia veniva indagato per l’inosservanza del provvedimento in questione, mentre il F.F. veniva proposto per l’irrogazione della stessa misura di prevenzione.

 

Le segnalazioni dei cittadini permettevano inoltre di identificare numerosi cittadini comunitari ed in particolare rumeni che sono soliti gravitare nei dintorni del Parco Cortonese .

 

Nello specifico venivano sottoposti a controllo 15 cittadini rumeni appiedati, tutti imparentati fra loro e soliti vivere di espedienti, e di questi ben 9 risultavano noti agli archivi delle Forze dell’Ordine per i più svariati reati.

 

Anche nei loro confronti sono state proposte misure di prevenzione finalizzate al loro allontanamento dalla città.

 

Già programmati altri controlli con l’ausilio anche di equipaggi motomontati  “Nibbio” .

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*