Controlli sicurezza Perugia, comitato Pallotta vuole il Comune [FOTO]

Anche dal punto di vista del valore urbanistico il quartiere ne esce a pezzi

Controlli sicurezza Perugia, comitato Pallotta vuole il Comune

Controlli sicurezza Perugia, comitato Pallotta vuole il Comune

da Giampiero Tamburi
Comitato la Pallotta Perugia

È inconcepibile che l’Amministrazione pubblica non si impegni ad obbligare i proprietari di queste strutture fatiscenti, a mantenerle nel miglior modo possibile, sia da un punto di vista sociale quanto a quello igenico. Il quartiere dal punto di vista urbanistico, viene considerato di categoria “A” con un conseguente aggravio fiscale di elevata somma. Per cui, oltre al degrado in se per se, questo stato riduce sensibilmente gli immobili del luogo nel loro prezzo di mercato. Viste le condizioni si auspica che questo tipo di intervento sia fatto periodicamente come routine e non solo quando qualche cittadino esasperato o qualche Comitato di quartiere, ne sente la necessità.

Controlli sicurezza Perugia

Intanto ben vengano le operazioni di repulisti delle Forze dell’ordine. Martedì mattina, attorno alle  9 la Polizia di Stato con l’ausilio dei Vigili Urbani, ha effettuato un controllo presso la ex struttura Telecom in via Jacopone da Todi, trovando un senza tetto che pernottava nella struttura in abbandono. Il degrado in cui vengono lasciate le strutture private, come nel caso specifico, favoriscono l’opportunità di servirsi, di questi immobili, come dormitorio per senza tetto, quando non come base per spacciare la droga indisturbati.

COMITATO DE LA PALLOTTA

Il Comitato spontaneo apolitico di volontariato “Club Pallotta Perugia” nasce per ottenere dalle pubbliche autorità la risoluzione dei suoi obbiettivi primari che sono:
– la promozione di una migliore e organizzata partecipazione alle vicende sociali locali;
– di portare proposte concrete ai propri concittadini per risolvere i problemi della collettività per ottenere un miglioramento di vita nel proprio ambito urbano;
– concordemente ad una volontà di crescita sia culturale che sociale;
– e qualsiasi altra azione che rivesta interesse sociale che il Comitato stesso renderà necessaria.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*