CONTROLLI NEGLI APPARTAMENTI DI FONTIVEGGE, ESPULSI DUE NIGERIANI E UN TRANS

Polizia

polizia-volante-sportello-2_1E’ di due nigeriani e di un transessuale brasiliano espulsi, di 14 persone identificate e 5 appartamenti controllati, il bilancio di  controlli su territorio disposti dal questore Carmelo Gugliotta e coordinati dal commissario capo Adriano Felici. Il servizio ha interessato in particolare alcune situazioni alloggiative sospette nella zona di Fontivegge al fine di individuare persone dedite allo spaccio di stupefacenti e alla prostituzione.

L’operazione è stata condotta dal personale della questura con l’ausilio del reparto prevenzione crimine Umbria-Marche e della squadra di polizia giudiziaria della municipale di Perugia.

Nel dettaglio, in un appartamento di via del Macello, gli agenti hanno trovato tre nigeriani. Uno di loro, E.I. Le sue iniziali, di 34 anni è risultato già espulso nel 2012. Essendo quindi rientrato in Italia in violazione al divieto di reingresso, è stato denunciato e avviato l’iter per una nuova espulsione coattiva.

A carico di un altro, di 27 anni, è risultato un divieto di dimora nel comune di Perugia in conseguenza di precedenti penali legati agli stupefacenti. E’ stato pertanto segnalato all’autorità giudiziari.

In un altro appartamento, sempre un via del Macello, ha trovato due transessuali brasiliani che si prostituivano. Uno di loro, 29enne, è risultato sprovvisto di documenti: Condotto in questura è risultato irregolare e quindi nei suoi confronti è stato emesso un ordine di lasciare l’Italia in sette giorni. Sono in corso verifiche per accertare la regolarità del contratto d’affitto.

Gli agenti della divisione anticrimine, invece, hanno prelevato dalla sua abitazione un pregiudicato nigeriano che ha concluso il periodo di detenzione domiciliare per condanne relative a stupefacenti e immigrazione clandestina. Nei suoi confronti è scattata l’espulsione e nel pomeriggio è stata condotto nel centro di identificazione ed espulsione da dove, nei prossimi giorni, verrà rimpatriato.

 

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*