Controlli interforze Fontivegge, denunciato titolare supermarket etnico

L’operazione è inserita nell’ambito della intensificazione dei servizi nell’area urbana

Fontivegge liberata, altro spacciatore espulso

Controlli interforze Fontivegge, denunciato titolare supermarket etnico

Un altro servizio interforze ieri pomeriggio nel quartiere di Fontivegge nell’ambito della strategia operativa disposta dalla Prefettura e condivisa tra tutte le forze di polizia.

L’operazione, analogamente alle precedenti, è inserita nell’ambito della intensificazione dei servizi nell’area urbana e finalizzata alla verifica del rispetto della legislazione di settore .

E’ stata coordinata dalla DIVISIONE P.A.S.I. della Questura ed attuata dai reparti specializzati in controlli amministrativi del CORPO FORESTALE DELLO STATO, gli esperti del N.A.S. e N.I.L. dei Carabinieri, la Polizia Municipale e la Guardia di Finanza; ogni forza di polizia intervenuta ha curato gli aspetti specifici di competenza settoriale.

In contemporanea il Reparto Prevenzione Crimine ha controllato gli avventori di due Bar della Zona.

I controlli hanno riguardato due esercizi di vicinato (supermarket) a vocazione etnica, ove sono state rilevate alcune gravi irregolarità.

La principale violazione l’ha rilevata il N.A.S. dei Carabinieri che ha ritrovato tra gli scaffali, in vendita, flaconi di sostanze farmacologiche; il titolare veniva denunciato penalmente per esercizio abusivo della professione sanitaria.

Nel medesimo esercizio il Nucleo Ispettorato del Lavoro dei Carabinieri ha rilevato mancati versamenti previdenziali ed assicurativi.

Alcuni accertamenti sono ancora in corso.

Un avventore dello stesso esercizio, un 28enne nigeriano, veniva perquisito dai poliziotti del Reparto Prevenzione Crimine e trovato in possesso di sei dosi di hashish pronte per la vendita; dopo gli atti di rito veniva denunciato per detenzione ai fini di spaccio.

Analoghe verifiche saranno programmate nelle prossime settimane.

Controlli interforze Fontivegge

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*