Controlli del territorio: 4 arresti e 7 denunce nel weekend elettorale

ARRESTATO, violenta lite

Prosegue senza sosta l’azione capillare di controllo del territorio dispiegata dal Comando Provinciale Carabinieri di Perugia, assicurando la massima presenza sul territorio di pattuglie dell’Arma soprattutto nell’arco notturno e nelle giornate festive, al fine di garantire la sicurezza e il rispetto della legalità. Nonostante l’elevato numero di risorse impiegate nel presidio ai seggi elettorali, nel week-end appena trascorso i militari della Compagnia di Perugia, sul Capoluogo e nei comuni limitrofi, hanno comunque messo in campo un dispositivo preventivo rinforzato mantenendo sempre alta la soglia dell’attenzione sui fenomeni predatori e quelli che destano maggior allarme sociale, contrastando ladri e spacciatori.

Il bilancio dell’intensa attività di controllo espletata dallo scorso venerdì ad oggi è stato di 4 arresti e 7 denunce a piede libero.
In particolare, i carabinieri della Stazione di Perugia nella giornata di venerdì, nel corso di un servizio perlustrativo, hanno rintracciato e arrestato un 37enne tunisino, irregolare, nullafacente, pregiudicato, in ottemperanza a un decreto di carcerazione per reati di spaccio di stupefacenti, oltraggio, resistenza e minaccia a pubblico ufficiale commessi in questo capoluogo nell’anno 2014.
E ancora, nel corso della stessa serata i militari, nel corso di un servizio di pattugliamento del territorio, sorprendevano un 29 enne tunisino, pregiudicato e allo stato sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari per reati di spaccio di stupefacenti, fuori dalla propria abitazione senza esserne autorizzato. L’uomo è stato dunque arrestato in flagranza di reato per il delitto di evasione.

Nella notte tra sabato e domenica, invece, i carabinieri del Nucleo Radiomobile della locale Compagnia, durante il pattugliamento del centro abitato, avendo notato che la finestra di un esercizio commerciale di fast-food era danneggiata, a seguito di un controllo allo stabile, trovavano all’interno del negozio un uomo che stava tentando di mettere a segno un furto. L’uomo, un 43enne originario di Napoli, già gravato da alcuni precedenti, è stato arrestato in flagranza di reato per tentato furto aggravato.

I Carabinieri della Stazione di Ponte San Giovanni, invece, nella serata di ieri, traevano in arresto per furto aggravato un 29enne marocchino, senza fissa dimora, nullafacente e già noto alle forze dell’ordine e alle cronache giudiziarie locali poiché gravato da precedenti specifici. Lo straniero veniva visto dagli operanti mentre si allontanava a bordo di una bicicletta che aveva asportato poco prima dalla parte posteriore di un camper. Subito bloccato, a seguito degli accertamenti emergeva che il ladro era inottemperante al decreto di espulsione emesso nei suoi confronti dal Questore di Perugia l’11 maggio u.s., motivo per il quale l’uomo veniva, altresì, deferito in stato di libertà per la violazione della normativa sull’immigrazione.

Il servizio volto a mantenere alta l’attenzione sul fenomeno della movida del fine settimana ha portato, infine, alla denuncia a piede libero per rissa di 7 stranieri, originari sia del Perù che dell’Ecuador. Nella nottata appena trascorsa una segnalazione giunta al 112 permetteva agli equipaggi delle Gazzelle dell’Arma di Perugia di intervenire in una discoteca del capoluogo umbro dove un gruppo di stranieri, al culmine di un diverbio, aveva iniziato a picchiarsi per cause ancora in corso di accertamento.

I carabinieri sono immediatamente intervenuti e hanno sedato la lite, riportando alla quiete i contendenti che si trovavano in forte stato di agitazione e con segni evidenti della recente colluttazione. I 7 stranieri, di età compresa tra i 22 e i 38 anni, dopo essere stati trasportati al pronto soccorso del locale nosocomio che gli riscontravano lesioni giudicate guaribili tra il 10 e i 15 giorni, venivano tutti deferiti per il reato di rissa.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*