Controlli a Ferragosto, un arresto per spaccio a Fontivegge di Perugia

Si tratta di un africano della Guinea, ha 25 anni

Controlli a Ferragosto, un arresto per spaccio a Fontivegge di Perugia
carabinieri a fontivegge

Controlli alla vigilia di Ferragosto, un arresto per spaccio a Perugia  Un altro importante colpo è stato inferto nella nostra città al traffico di sostanze stupefacenti, che dimostra l’enorme impegno dei carabinieri nel contrasto allo spaccio soprattutto quando è rivolto al mercato giovanile.  In particolare, durante la notte appena trascorsa, nella fitta rete dei controlli dei carabinieri della Compagnia di Perugia è finito un giovane cittadino extracomunitario di 25 anni, originario della Guinea, domiciliato a Foligno, nullafacente, irregolare sul territorio nazionale, che è stato tratto in arresto in flagranza di reato  per essersi reso responsabile di reati inerenti il traffico illecito di sostanze stupefacenti.

Nel dettaglio l’operazione di polizia che ha portato all’arresto del cittadino straniero è scattata durante un servizio perlustrativo di controllo del territorio: un equipaggio dell’aliquota radiomobile stava effettuando il suo quotidiano servizio di controllo del territorio nei pressi della locale Stazione Ferroviaria “Fontivegge”, quando ha incrociato un giovane africano che, notata la pattuglia, ha cercato di allontanarsi furtivamente, ma l’atteggiamento sospetto non è sfuggito allo sguardo dei militari che lo hanno seguito per poi fermarlo.

Durante il controllo il giovane ha tirato fuori dalla tasca destra dei pantaloni un sacchetto nel tentativo di disfarsene rapidamente. I carabinieri, tuttavia, hanno notato anche quel gesto e immediatamente hanno recuperato l’involucro, constatando che al suo interno vi erano occultate 23 bustine in cellophane già confezionate, contenenti 55 grammi complessivi  di marijuana.

Tutta la sostanza stupefacente è stata sequestrata mentre per il 25enne sono scattate le manette per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*