Concerto di Caparezza, finanza sequestra prodotti contraffatti e droga

Nell’ambito dei controlli effettuati in occasione del concerto tenutosi il 20 agosto u.s. ad Orvieto dal cantante Caparezza, i militari della Guardia di Finanza di Orvieto hanno proceduto al sequestro di numerosi prodotti contraffatti e di modiche quantità sostanze stupefacenti, quali marijuana ed hashish.

I controlli, orientati sia verso la repressione dell’illecita commercializzazione di prodotti contraffatti del Merchandising ufficiale del cantautore barese, che verso lo spaccio e l’uso di sostanze stupefacenti, si sono conclusi con il sequestro di oltre 407 articoli di abbigliamento, tra cui magliette, sciarpe e canottiere riportanti marchio contraffatto del noto cantante e di piccole quantità di marijuana ed hashish detenute per uso personale da 4 giovani avventori del concerto.

I prodotti contraffatti, in ordine ai quali sono tuttora in corso le indagini finalizzate a ricostruirne l’intera filiera di provenienza per assicurare alla giustizia tutti i responsabili, all’apparenza sembravano quasi identici a quelli originali, ma non potevano passare inosservati agli occhi attenti dei finanzieri della Tenenza di Orvieto insospettiti dagli allettanti prezzi di vendita della merce – posta in bella mostra su piccoli banchetti di cartone.

Ipotizzato il consueto arcano, i finanzieri hanno fatto i dovuti riscontri e prontamente interrotto l’illegale attività di vendita, procedendo al sequestro dei prodotti ed alla conseguente denuncia all’Autorità Giudiziaria dei 3 soggetti, due italiani ed un extracomunitario, responsabili dei reati di ricettazione ed introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi.

Nello stesso ambito, i finanzieri di Orvieto hanno anche svolto servizi antidroga finalizzati alla prevenzione e alla repressione dello spaccio e dell’uso di sostanze stupefacenti, attività illegali, ma purtroppo diventate abituali fra i giovani frequentatori di concerti.

In tale ambito decisivo è stato il fiuto dei cani antidroga “Olinda” ed “Agor”, sapientemente condotti dai finanzieri cinofili del Gruppo di Perugia. All’interno di Piazza del Popolo, subito hanno individuato 4 giovani di età compresa tra i 19 ed 24 anni, in procinto di fare uso personale di marijuana ed hashish.

Altri, per non essere identificati e segnalati, hanno pensato bene di disfarsi dello stupefacente gettandolo a terra dove i cani l’hanno subito rinvenuto. I 4 giovani sono stati segnalati alla competente Prefettura ai sensi dell’art. 75 del DPR n. 309/90.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*